United, maledette semifinali: tre sconfitte in altrettante competizioni

United, maledette semifinali: tre sconfitte in altrettante competizioni

Una vera beffa per lo United: ancora una volta eliminato a un passo dalla finale

di Redazione Il Posticipo

Il Manchester United non è decisamente una squadra da coppa.  Tre semifinali, altrettante sconfitte, tutte molto simili per come sono maturate. Tante occasioni sprecate e poi arriva, puntuale, l’errore difensivo che permette agli avversari di portare a casa la partita. E così è servito il terzo calice amaro da digerire per il povero Solskjaer.

EUROPA LEAGUE – Il Siviglia completa un tris di fallimenti abbastanza difficile da digerire. Il gol di De Jong ha tagliato le gambe a una squadra che aveva interpretato il match giocando una partita aggressiva per non cadere nella ragnatela di passaggi del Siviglia. Tutto bene, tranne la precisione. Nel secondo tempo i Red Devils sprecano l’impossibile. E il Siviglia, nel suo territorio di caccia preferito, si porta a casa la finale

CARABAO – La prima delusione arriva nel doppio derby di Manchester. All’andata, all’Old Trafford, lo United non contiene gli uomini di Guardiola che chiudono il match di andata 1-3. Servono due gol all’Etihad. Impresa quasi impossibile, ma gli uomini di Solskjaer giocano una  partita molto attenta. 1-0 firmato da Matic. Il City è in seria difficoltà ma riesce a portare a casa una sconfitta indolore complice l’ingenuità dello stesso Matic che si fa espellere e lascia i suoi in 10 nell’ultimo quarto d’ora del match.

FA CUP – Cambia l’avversario, ma non l’amarezza. Lo United si presenta in semifinale di FA Cup contro il Chelsea in una partita che vede favoriti i Red Devils. La squadra di Solskjaer ripete il solito canovaccio. Ottima partita, dominio territoriale, tante occasioni da gol sprecate. E alla fine concretizzano gli avversari sul puntuale errore difensivo su uno pallone proveniente dalle fasce. Complici questa volta anche De Gea, che con un banale errore spiana la strada ai blues e Maguire che causa un autogol. Finisce 1-3.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy