United, la ricetta di Giggs: “Solskjaer è ok. Servono altri sei acquisti”

United, la ricetta di Giggs: “Solskjaer è ok. Servono altri sei acquisti”

Lo United sta uscendo dalla crisi e un vecchio compagno di squadra dell’attuale tecnico dei Red Devils indica quale sia la strada da percorrere per tornare ad essere competitivi.

di Redazione Il Posticipo

Lo United si sta pian piano tirando fuori dalla crisi. Due vittorie consecutive, un pareggio in casa del Liverpool, quanto basta per tornare a respirare un po’ di ottimismo in vista degli ottavi di Coppa di Lega contro il Chelsea. La posizione di Solskjaer appare più solida rispetto a una decina di giorni fa. E Ryan Giggs, uno che conosce bene sia l’ambiente che il tecnico alla guida dei Red Devils, ha messo in chiaro le cose. Solskjaer è ok, ma per vincere serve altro. Non intesa come guida tecnica. Piuttosto, come rinforzi.

MERCATO – L’ex gloria dello United, come riportato dal Sun, ha espresso quali debbano essere, a suo avviso, le priorità: “Sinora, in relazione alle spese, il rendimento non è da buttare. Servono però altri cinque o sei acquisti e un budget diverso per percepire una reale differenza e aspirare al salto di qualità. Al Manchester United manca un giocatore di qualità. Non è un caso che la squadra abbia giocato benissimo contro le più forti. Le piccole sono sempre più difficili da affrontare, perché si difendono”.

INVESTIMENTI – La chiave di tutto, dunque, sarebbe negli investimenti. “È stato un inizio difficile. Ole lo conosco bene, sia come giocatore che come persona. Solskjaer è l’allenatore giusto. La dirigenza gli ha messo a disposizione tre elementi e stanno tutti rendendo molto bene. Gli servirà però ancora del tempo per modificare la filosofia di gioco e trovare continuità. Sta cercando di vincere più partite possibile e, nel contempo di costruire qualcosa per il futuro. Non è facile. E per vincere serve tempo. Sei in un campionato dove allena gente del calibro di Klopp e Guardiola. Allenatori già affermati alla guida di club più forti. Penso che per chiunque fosse arrivato allo United, non sarebbe stato facile”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy