Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

United, ha “vinto” Ronaldo: Rangnick out da allenatore e… consulente

MANCHESTER, ENGLAND - FEBRUARY 04: Manchester United manager Ralf Rangnick and Cristiano Ronaldo leave the pitch after losing the penalty shoot out during the Emirates FA Cup Fourth Round match between Manchester United and Middlesbrough at Old Trafford on February 04, 2022 in Manchester, England. (Photo by Alex Livesey/Getty Images)

I rapporti fra i due non sono mai decollati e, considerate le difficoltà incontrate anche con il resto della squadra, tutto lascia credere che il tedesco, oltre a lasciare la guida del club a fine stagione, non proseguirà neanche come consulente.

Redazione Il Posticipo

Cristiano Ronaldo e Rangnick. Uno è di troppo. E a rotolare sarà, secondo quanto riportato dal The Telegraph, la testa del tecnico tedesco. In questo senso il fuoriclasse portoghese ha vinto la sua battaglia. I rapporti fra i due non sono mai decollati e, considerate le difficoltà incontrate anche con il resto della squadra, tutto lascia credere che il tedesco, oltre a lasciare la guida del club a fine stagione, non proseguirà neanche come consulente.

ELIMINAZIONE - L'eliminazione con l'Atletico, come era inevitabile che fosse, ha lasciato il segno: e oltremanica sostengono la dirigenza dello United ritiene di aver commesso un errore mettendo la squadra nelle mani di Rangnick . In linea di principio avrebbe occupato un posto nella dirigenza sportiva del club, ma in questo momento il consiglio del "diavolo rosso" sta iniziando a pensare di soprassedere. Anche perché appare evidente che la convivenza fra i due sia impossibile. E Ronaldo ha deciso di adempiere all'ultimo anno di contratto con lo United, purché non lo abbia tra i tacchetti. Né in panchina né... ovunque.

ACCONTENTATO - Nonostante le speculazioni sulla partenza di Cristiano al termine di questa stagione, il capocannoniere della storia del calcio è fiducioso che il club possa compiere la scelta giusta con la scelta del prossimo allenatore. Ritiene la squadra competitiva e che con qualche rinforzo ad hoc possa  aspirare a vincere Premier League e Champions League la prossima stagione. Il favorito per sostituire Rangnick era l'allenatore dell'Ajax Erik Ten Hag, ma la dirigenza del Manchester United non ha ancora preso alcuna decisione riguardo al prossimo inquilino della panchina dell'Old Trafford che a questo punto potrebbe essere un "big".

INDIFENDIBILE - Oltre al peso specifico di Ronaldo, uno che è sempre avere al proprio fianco,  Rangnick è indifendibile anche a livello di numeri e prestazioni. Arrivato sulla panchina dell'Old Trafford a fine novembre per sostituire Ole Gunnar Solskjaer, non solo non ha migliorato la situazione, ma non ha trovato mai l'empatia giusta con i senatori dello spogliatoio sino ad arrivare alla frattura con la squadra. L'eliminazione della Champions ha chiuso il cerchio e finito per sbilanciare gli equilibri a favore del fuoriclasse portoghese.