Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

United, finalmente: in gol dopo 140 calci d’angolo

MANCHESTER, ENGLAND - OCTOBER 20: Harry Maguire of Manchester United reacts during the UEFA Champions League group F match between Manchester United and Atalanta at Old Trafford on October 20, 2021 in Manchester, England. (Photo by Naomi Baker/Getty Images)

Il centrale dello United riesce a trasformare in gol un corner e si lascia alle spalle anche un periodo personale complicato.

Redazione Il Posticipo

Leeds e Manchester United non deludono le attese. Sfida intensa e divertente. All'Elland Road succede di tutto. Il Leeds che rimonta due gol in sessanta secondi e perde comunque. E i Red Devils che ritrovano il gol su calcio d'angolo dopo 140 tentativi. Uno score imbarazzante. A rompere l'incantesimo, Maguire. Il centrale dello United riesce a trasformare in gol un corner e si lascia alle spalle anche un periodo personale complicato. Le sue parole sono riprese da Sky Sports.

FINALMENTE - Un gol di cui sia il difensore che il Manchester United avevano bisogno. "L'incapacità di trovare la via del gol da calcio d'angolo era francamente difficile da sopportare. Calciare 140 volte dalla bandierina senza trovare mai la via della rete è una statistica imbarazzante. Anche perché i calci piazzati, nel calcio moderno, rappresentano un fattore in grado di spostare gli equilibri. Sono assolutamente convinto che se segnassimo di più sui calci d'angolo e sulle palle inattive in generale, saremmo molto più in alto in classifica".

 MANCHESTER, ENGLAND - OCTOBER 20: Cristiano Ronaldo of Manchester United speaks with Harry Maguire of Manchester United during the UEFA Champions League group F match between Manchester United and Atalanta at Old Trafford on October 20, 2021 in Manchester, England. (Photo by Naomi Baker/Getty Images)

DIFFICOLTÀ - Al netto delle difficoltà su calcio d'angolo, lo United si conferma ancora troppo fragile. Ha portato a casa la gara con orgoglio ma resta comunque negli occhi l'incapacità di gestire il doppio vantaggio. Due gol in sessanta secondi. Maguire ha la sua versione dei fatti. "Sapevamo bene di quanto fosse difficile giocare sul campo del Leeds. Siamo scesi in campo assolutamente consapevoli di dover giocare un secondo tempo attento e di avere le qualità di poter ancora far male all'avversario ma ci hanno messo sotto. Il loro primo gol è comunque parecchio casuale, direi fortunato. Una volta rientrati in partita ci hanno creduto e hanno subito segnato il 2-2. A quel punto la squadra doveva reagire senza disunirsi e ci è riuscita. Sono sicuro che da fuori sia stata una bella partita, ma per noi è stato ancor più importante vincerla come ci eravamo prefissati: segnando più gol in partita. Ce lo eravamo imposti da tempo, finalmente ce l'abbiamo fatta".