United e Southampton “abituati” ai 9-0. I red devils a vincerci, i Saints a perderci

Il 9-0 si commenta da solo, ma non è un risultato da record. Al massimo, lo eguaglia in positivo. E in negativo…

di Redazione Il Posticipo

Lo United brutalizza il Southampton costretto a giocare quasi tutta la partita in inferiorità numerica. Nove gol che rilanciano le ambizioni di titolo dei red devils. Il 9-0 si commenta da solo, ma non è un risultato da record per i Red Devils. Al massimo, lo eguaglia in positivo. Così come è abituato anche il Southampton. A subirlo…

ABITUATI – Nella storia del campionato inglese, inteso come Premier, come riportato dalla BBC, è la terza volta che si verifica un 9-0. E nei due terzi dei casi, il “responsabile” è lo United che aveva umiliato con l’identico punteggio l’Ipswich Town nel 1995. I Saints invece collezionano un record di cui andare poco fieri. In due occasioni su tre sono protagonisti della sconfitta. In questo caso, sono riusciti anche a ripetersi… fuori casa. L’ultimo 9-0 in Premier risale a una clamorosa vittoria esterna del Leicester, che passeggiò proprio sul campo del Southampton il 25 ottobre del 2019.  Notevole anche la varietà di… esecutori. Il Manchester è andato in rete con sette marcatori diversi stasera. Anche in questo caso si tratta di un record eguagliato: il precedente riguarda un Chelsea –  Aston Villa nel dicembre 2012.

ORRIBILE – L’allenatore del Southampton Ralph Hasenhuttl alla BBC Sport non va a caccia di alibi. C’è modo e modo di perdere, anche in inferiorità numerica : “Non si può concedere un uomo in meno dopo tre minuti a questo avversario. Congratulazioni al Man United che ha continuato a giocare. Non voglio incolpare l’arbitro sulle espulsion o sul VAR. Abbiamo commesso dei falli stupidi. Ho anche rinunciato a qualche cambio anche perché, pur avendo diversi ragazzi da far esordire, ho pensato non fosse il caso. Non è bello esordire e perdere 9-0.  Quando ho capito l’andazzo del match, nel secondo tempo abbiamo cercato di mantenere la porta inviolata il più possibile, ma quando siamo rimasti in nove uomini era troppo facile per loro segnare. Non ho molto altro da aggiungere. È orribile ma ci siamo rialzati dopo il primo 9-0 e dobbiamo farlo di nuovo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy