Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

United, che fortuna: mezza squadra vittima di intossicazione alimentare, ma col Leeds non si è giocato!

United, che fortuna: mezza squadra vittima di intossicazione alimentare, ma col Leeds non si è giocato! - immagine 1
I funerali della Regina Elisabetta hanno costretto la Premier League a rinviare United-Leeds. Ma per i Red Devils non aver dovuto ospitare i Peacocks a Old Trafford forse è stata...una benedizione.

Redazione Il Posticipo

Con i calendari fittissimi di questa stagione, alla Premier League ci mancavano solamente le partite saltate per la morte e per i funerali della Regina Elisabetta II. Prima una giornata rinviata completamente in segno di lutto, poi le difficoltà nell'ordine pubblico che hanno costretto a rimandare anche alcune dei match di quella successiva per mancanza di forze dell'ordine. Una scelta che almeno in un caso, vista la profonda rivalità tra Leeds United e Manchester United, è stata più che sensata. Certo, ora entrambi i club si ritrovano a dover recuperare ben due partite senza sapere bene quando. Ma per i Red Devils non aver dovuto ospitare i Peacocks a Old Trafford forse è stata...una benedizione.

12 persone colpite da intossicazione

Già, perchè se è vero che con i se e con i ma non si fa la storia, è interessante immaginare come sarebbe andata la partita con mezza squadra di Ten Hag alle prese con i postumi di un'intossicazione alimentare. A raccontare quanto accaduto è il Sun, che spiega che dopo la partita di Europa League contro lo Sheriff molti dalle parti di Carrington non si sono sentiti molto bene. Al ritorno dalla trasferta in Moldavia, terminata con un buon 0-2 per gli inglesi, sono cominciati i primi problemi. Venerdì molte persone, tra calciatori e membri dello staff, hanno cominciato ad accusare sintomi gastrointestinali e alla fine il numero di quelli che sono passati in infermeria è arrivato a dodici.

Cibo moldavo o quello dell'aereo?

Alcuni dei calciatori che hanno saltato l'allenamento di venerdì hanno dato forfait anche sabato, ma per loro fortuna la partita con il Leeds, prevista per la serata di domenica 18, è stata rinviata. Dunque chi ha avuto bisogno di rimettere a posto stomaco e intestino ha potuto avere modo di riposarsi, mentre chi è stato convocato in nazionale ha comunque potuto rispondere alla chiamata senza doversi preoccupare di dover prima giocare con i postumi di una intossicazione. Non è ancora chiaro se a creare problemi sia stata qualcosa mangiata a Chisinau o se invece il cibo dannoso è stato quello servito sull'aereo privato che ha riportato lo United a casa appena finito il match. Ma di certo, a Old Trafford devono ringraziare la Regina Elisabetta per non aver dovuto giocare col Leeds in condizioni non ottimali.