Una “grande sorella” spagnola rivela: “I calciatori offrono sino a 800 o 900 euro per una festa ma è vietato lo smartphone”

Amor Romeira, un volto molto noto in Spagna, spiega nei dettagli cosa succede alle feste dei calciatori

di Redazione Il Posticipo

Amor Romeira apre la scatola dei segreti meglio nascosti dei calciatori racconta tutto sulle serate, e non solo, organizzate dai giocatori. Non necessariamente spagnoli. La ragazza, nota influencer spagnola nota dopo una esperienza al Grande Fratello locale, ha parlato a telecinco delle feste organizzate dai calciatori. Le sue parole sono state riprese da Marca.

TARIFFE  – La ragazza scende anche nei particolari: con tanto di servizi, prestazioni e tariffe. Anche se lei, pur essendone a conoscenza, specifica di non aver mai partecipato a questi eventi, sebbene sia stata spesso presa in considerazione o addirittura invitata. “Ricevo spesso proposte, ne ricevo moltissime ogni anni ma dico di no”. Tuttavia è molto bene informata su cosa accade e su quanto… rende parteciparvi. “Molto dipende da quali siano le loro intenzioni. Se hanno voglia di compagnia o organizzano una crociera. In ogni caso le ore che si passeranno sono ripagate con bonifici sino a 800 o 900 euro. Spesso le ragazze da compagnia e l’alcol sono protagonisti”.

PRIVACY – Le feste sono molto frequenti, ma la riservatezza è e deve restare assoluta. I compensi sono generosi, ma anche il comportamento deve essere direttamente proporzionale all’offerta. “Ogni volta che un calciatore ha voglia di far festa, organizza tutto privatamente. Di solito scelgono una casa e chiamano attrici, celebrità della televisione, influencer di Instagram, ma c’è una regola ferrea: Devi lasciare il tuo telefono cellulare e le tue cose all’ingresso, fino a quando la giornata è finita E sino a quando non lasci la location, non te lo restituiranno”. Un tempo ben pagato, quanto tenuto nascosto e lontano da occhi e, soprattutto, obiettivi indiscreti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy