Un uomo del paleolitico per il Cholo! L’Atletico acquista Marcos Llorente e la sua dieta…di dodicimila anni fa

Un uomo del paleolitico per il Cholo! L’Atletico acquista Marcos Llorente e la sua dieta…di dodicimila anni fa

Il neo calciatore dell’Atletico segue la dieta detta “del Paleolitico”: il centrocampista spagnolo non mangia nulla che contenga conservanti, dolcificanti, grassi e tutti i derivati del grano. Ma chi si aspetta bistecche di brontosauro rimarrà deluso…

di Redazione Il Posticipo

Marcos Llorente è un calciatore dell’Atletico Madrid. Un annuncio normale, se non fosse che il centrocampista arriva per quaranta milioni…dal Real. Ma del resto, lo spagnolo ha il madridismo in casa, sebbene sia…un po’ mischiato. Il neo Colchonero è infatti un calciatore di terza generazione. Suo padre Paco ha giocato sia con il Real che con l’Atletico, mentre suo zio è un certo Francisco Gento, sei Coppe dei Campioni in bacheca con la maglia dei Blancos. Eppure, come ha raccontato a Marca qualche tempo fa, il suo segreto non è solo nel DNA, ma anche…nella dieta. Un regime alimentare molto particolare, che gli ha permesso di affermarsi e che ora potrebbe fare la fortuna del Cholo.

BRONTOSAURO? – Llorente infatti mangia…come si faceva fino a dodicimila anni fa. La sua dieta è quella detta “del Paleolitico”. In cosa consiste? Lo spiega lui stesso. “Mangio solo prodotti biologici; pesce, carne, pollo e riso. Poi anche alcuni legumi e latte non pastorizzato. Non mangio nulla che derivi dal grano. Pochi latticini, niente yogurt. È una dieta che si basa su quello che si mangiava nel Paleolitico”. Vale a dire, niente che contenga conservanti, dolcificanti, grassi e tutti i derivati del grano. Insomma, chi si aspettava…bistecche di brontosauro sarà rimasto deluso, ma di certo si tratta di una dieta particolare, soprattutto se messa in pratica da un calciatore professionista.

REGIME FERREO – Eppure a guardare la sua storia calcistica, va a finire che ha ragione Llorente. In ormai quattro anni di carriera al Real, il centrocampista ha subito solo tre infortuni. Uno traumatico e durato tre giorni e altri due muscolari, con tempi di recupero comunque più rapidi della norma. Quindi, la dieta sembra funzionare. Ma come fa un ragazzo di 24 anni, che di tanto in tanto uscirà anche con gli amici, a rispettare un regime alimentare così ferreo? “Mio padre va in cerca di tutti i prodotti biologici possibili. E conosco a memoria i posti dove posso andare, quelli in cui so che utilizzano sono prodotti che vanno bene per la mia dieta. Voglio dire, so che non succede nulla se per un giorno non la seguo, ma sono molto costante nella mia alimentazione”. Ora il problema di trovare un nuovo posto dove fare spesa o dove mangiare, non si pone. Da Madrid, Llorente non si muove. Anche se passa dall’altro…lato della città.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy