Un tifoso dell’Inter paga 165mila euro per farlo giocare e…Rodinei si fa espellere! Ma il benefattore annuncia: “Pagherò il San Paolo affinchè batta il Flamengo”

Il finale del campionato brasiliano, con una giornata ancora da giocare, regala storie assurde. Rodinei, terzino dell’Internacional in prestito dal Flamengo, è stato protagonista del match scudetto tra le due squadre: si è fatto espellere dopo che un tifoso ha pagato la clausola per farlo scendere in campo. Ma non finisce qui…

di Redazione Il Posticipo

Il finale del campionato brasiliano, con una giornata ancora da giocare, regala storie assurde. Il match clou è stato quello tra Flamengo e Internacional di Porto Alegre, rispettivamente seconda e prima in classifica all’inizio del turno. Hanno vinto i rossoneri, che hanno scavalcato gli avversari in classifica e arrivano all’ultimo atto con due punti di vantaggio. Tutto nella norma, se non fosse che prima della partita è spuntata la polemica sulla clausola che impediva a Rodinei, terzino dell’Inter, di giocare contro la squadra che detiene il suo cartellino. Poi però un tifoso ha versato un milioni di real (circa 165mila euro) e il calciatore è potuto scendere in campo. Peccato che sia stato espulso dopo 46 minuti…

ESPULSIONE – Una questione che, neanche a dirlo, sta scatenando qualsiasi retropensiero possibile. L’espulsione, a detta dei media brasiliani, è giusta, perchè Rodinei fa una brutta entrata sull’ex Atletico Madrid Filipe Luis. Detto questo, sapere che il calciatore in fondo è di proprietà proprio del Flamengo ha scatenato parecchi sospetti. Il giocatore ha chiesto scusa sui social a tutta la tifoseria dell’Inter, ma questo non ha impedito parecchie critiche. I tifosi del Flamengo, dal canto loro, se la ridono: “il nostro agente segreto”, scrivono in giro per la rete, aggiungendo un video di Rodinei (in maglia rossonera) che festeggia il Brasilerao vinto proprio con il club di Rio de Janeiro. Attenzione però, perchè questa storia non è destinata a finire qui. E ci mette di nuovo lo zampino…il benefattore dell’Inter.

i22 b8 (Marcelo Endelli / Getty Images)

BENEFATTORE – Elusmar Maggi Scheffer, che ha pagato di tasca sua la clausola per far giocare Rodinei, non ci sta. E non tanto per l’espulsione che forse può costare all’Internacional il campionato e che a lui è sicuramente costata parecchi soldi, ma perchè è ancora convinto di poter fare la differenza. Come? Promettendo un premio in denaro al San Paolo, che nell’ultima giornata affronterà il Flamengo. Una sconfitta dei rossoneri, unita a una vittoria dell’Inter contro il Corinthians, porterebbe il titolo a Porto Alegre dopo oltre quarant’anni. E quindi il tifoso non si tira indietro e in un’intervista a GZH annuncia il suo piano: “Venerdì saremo campioni, pagherò il San Paolo affinchè batta il Flamengo. Ho già cominciato a vedere come è possibile farlo”. Visto come è andata con Rodinei, però, c’è da fare attenzione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy