Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Un ex Palermo e Napoli sfida il coronavirus… e il Wuhan Zall va a vedere il Clasico

Il centrocampista Eddy Gnahoré non si tira indietro e firma col Wuhan Zall, il club della città in cui è scoppiata l'emergenza sanitaria che sta mettendo in ginocchio il mondo intero. La squadra cinese però ha un altro motivo per sorridere in...

Redazione Il Posticipo

Non solo Daniel Carriço: il difensore 31enne ha lasciato il Siviglia dopo sette anni al Ramon Sanchez Pizjuan per trasferirsi allo Wuhan Zall in Cina, scegliendo un momento non esattamente ideale. Carriço però non ha nessuna paura come il collega Eddy Gnahoré, che nella sua carriera vanta molte esperienze in Serie A, soprattutto al Palermo e al Napoli. Nelle ultime ore però lo Wuhan Zall è finito sulle prime pagine dei giornali anche per un'altra ragione.

AFFARE FATTO - Come riportato da Goal, Gnahoré ha deciso di lasciare l'Europa per andare in Cina nella città in cui è scoppiato il coronavirus. Il centrocampista giocherà nella Chinese Super League: il francese di origini ivoriane con un passato nel Napoli e soprattutto nel Palermo volerà in Cina non appena comincerà il campionato il cui inizio è stato posticipato in seguito all'emergenza scoppiata lo scorso gennaio. Il calciatore, che è stato pure alla Carrarese, al Carpi, al Crotone e al Perugia, ha lasciato l'Amiens con cui ha giocato nell'ultimo anno e mezzo (58 presenze totali).

CLASICO - Non solo mercato: lo Wuhan Zall si trova per la pre-season in Spagna dove è rimasto bloccato in attesa di rientrare in Cina. Secondo As, il club è stato invitato dalla Liga a Madrid per assistere al Clasico. La prima squadra e lo staff interromperanno gli allenamenti a Sotogrande (Cadice), dove il club si trova dallo scorso gennaio in seguito alle restrizioni imposte dopo lo scoppio dell'epidemia di Covid-19, per assistere come ospiti d'onore al Clasico. LaLiga e il Real fanno un gesto di grande solidarietà nei confronti della squadra di José Manuel Gonzalez Lopez: l'iniziativa è partita da Sergi Torrents, direttore dell'ufficio LaLiga in Cina e CEO Real della succursale asiatica Wu Youwen. Il giorno la partita tra Real e Barça, Emilio Butragueño, direttore delle relazioni istituzionali dei Blancos, farà fare al Wuhan Zall un tour del Santiago Bernabeu e della sala dei trofei. Davvero un gran bel gesto ai tempi del coronavirus.