Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Un Cholito per il Cholo: Giuliano Simeone bussa alle porte dell’Atletico

(Photo by Alexander Hassenstein/Getty Images)

Vedere un Simeone in campo e in panchina con l'Atletico potrebbe essere presto una realtà.

Redazione Il Posticipo

Vedere un Simeone in campo e in panchina con l'Atletico potrebbe essere presto una realtà. Come riportato da AS Giuliano continua a bruciare le tappe e nonostante l'amaro in bocca legato alla prima sconfitta stagionale contro il Getafe (sconfitta per 2-3) la squadra l'attaccante argentino trovato ancora una volta la via del gol:  ne ha già messi a segno undici.

CRESCITA - L'evoluzione del giovane attaccante che da pochissimo compiuto 19 anni è sotto gli occhi di tutti e tutto lascia credere che sia arrivato il momento di farlo debuttare con i grandi. In questo senso, l'appuntamento in Coppa del Re potrebbe essere il momento ideale per far coincidere opportunità e talento. Sebbene negli ultimi tempi l'Atletico sia stato capace di "imprese" negative nel torneo, con tutto il rispetto per il Rayo Majadahonda il primo scoglio della competizione non appare insormontabile e non è affatto escluso che attingendo a piene mani al turnover, il Cholo non possa decidere di  concedergli una opportunità.

 

 LIVERPOOL, ENGLAND - MARCH 11: Diego Simeone, Manager of Atletico Madrid and Jurgen Klopp, Manager of Liverpool bump elbows prior to the UEFA Champions League round of 16 second leg match between Liverpool FC and Atletico Madrid at Anfield on March 11, 2020 in Liverpool, United Kingdom. (Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

NECESSARIO - Una scelta che sarebbe dettata anche dalla necessità. L'Atletico è reduce dalla peggiore seri di sconfitte consecutive dell'era Simeone e il tecnico deve anche far fronte ai tanti infortuni che hanno caratterizzato le ultime settimane. L'ultimo, in ordine di tempo, è stato Griezmann. L'attacco, sinora, è l'unico reparto che non ha avuto bisogno di essere implementato da elementi provenienti dalla squadra B, esattamente il contrario di quanto accaduto nel precampionato, quando Giuliano ha mostrato le sue qualità: è stato il giovane con più minuti per tutta l'estate. Partito titolare nelle quattro partite giocate, ne ha totalizzati 299' ed è anche entrato a far parte della rosa nelle prime tre partite di campionato e nella sesta. Da allora è uscito dai radar ma potrebbe rientrarci anche perché nel frattempo Giuliano ha mostrato i numeri necessari per ambire alla prima squadra, dopo che con i suoi gol sta trascinando i colchoneros B in Seconda Divisione.