Un canterano salva il Barça contro il Vissel Kobe di Iniesta e Villa: per Valverde e i suoi un 2-0 poco convincente

Un canterano salva il Barça contro il Vissel Kobe di Iniesta e Villa: per Valverde e i suoi un 2-0 poco convincente

Poteva andare meglio, ma poteva anche decisamente andare peggio. La seconda amichevole stagionale del Barcellona di Valverde, giocata contro il Vissel Kobe degli ex Iniesta, Villa e Sergi Samper, sorride ai blaugrana. Ma il tecnico non ha moltissime ragioni per essere allegro…

di Redazione Il Posticipo

Poteva andare meglio, ma poteva anche decisamente andare peggio. La seconda amichevole stagionale del Barcellona di Valverde, giocata contro il Vissel Kobe degli ex Iniesta, Villa e Sergi Samper (più Vermaelen, appena acquistato), sorride ai blaugrana. Che dopo la sconfitta subita per mano del Chelsea di Lampard, avevano bisogno di una iniezione di fiducia per continuare a prepararsi al meglio per la nuova stagione. Alla fine la vittoria è arrivata, per 2-0, ma il tecnico non ha moltissime ragioni per essere allegro. La sua squadra mostra ancora difficoltà nell’andare in gol. E se contro un avversario di livello come i Blues poteva essere complicato, il fatto che anche contro i giapponesi si sia visto poco in fase offensiva preoccupa.

CANTERANO – Vero anche che Iniesta e compagni sono nel bel mezzo del campionato giapponese, quindi con una condizione fisica decisamente migliore rispetto ai blaugrana. Ma soprattutto nel primo tempo, quello in cui Valverde ha messo in campo la maggior parte dell’artiglieria pesante (Griezmann, Rafinha, Busquets e Rakitic) a sua disposizione, i catalani si sono visti molto poco. Sono servite le sostituzioni e soprattutto l’ingresso del canterano Carles Pérez per sbloccare il match ed evitare una figura non proprio apprezzabile ai campioni di Spagna. Il classe 1998 ha aperto le marcature al minuto 59 e poi ha chiuso i conti a cinque minuti dalla fine.

SPUNTATI – Nella ripresa sono scesi in campo anche Dembele, Malcom, Umtiti e soprattutto De Jong, che però non ha avuto la possibilità di incrociarsi sul terreno di gioco con…il suo predecessore. Iniesta (così come Villa) è uscito alla fine dei primi quarantcinque minuti, risultando il migliore dei suoi. Alla fine però il trofeo Rakuten lo solleva il Barcellona, che finisce così la tournée asiatica con una vittoria e una sconfitta. I prossimi test saranno decisamente più probanti, visto che prima dell’inizio della Liga i blaugrana incontreranno il Napoli di Ancelotti. Al momento, però, senza Messi e Suarez, in zona gol manca qualcosa, nonostante Griezmann schierato da falso nueve. E per fortuna…che c’era Perez a salvare un Barça spuntato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy