Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Un altro ritorno per Kevin-Prince Boateng: il giramondo d’Europa è vicino a riabbracciare l’Eintracht

Il calciomercato sembra proporre un nuovo ritorno a Boateng, giramondo d'Europa. Tra le tante esperienze di gioco in ogni grande campionato del Vecchio Continente, a richiamare, questa volta, è la Germania.

Redazione Il Posticipo

Inizia l'estate di Kevin-Prince Boateng. Il centrocampista ghanese, di ritorno dalla breve avventura a Barcellona, continua ad avere un forte mercato. Merito, sicuramente, delle sue tante esperienze vissute in carriera, che lo hanno portato a giocare in tutti i maggiori campionati europei. Secondo quanto riporta la Bild, giornale tedesco, a farsi avanti, di nuovo, è l'Eintracht Francoforte.

BUNDESLIGA - La Bundesliga è un campionato che conosce come le sue tasche. Lui, nato a Berlino ma con il cuore che ha scelto il Ghana. Cresciuto nelle giovanili dell'Hertha, quello tedesco è il campionato che lo ha presentato all'Europa. E l'Eintracht Francoforte l'ultima squadra tedesca con cui ha giocato prima di tornare in Italia e vestire la maglia del Sassuolo.  A Francoforte, Boateng ha vissuto una delle migliori stagioni della sua carriera: un exploit inatteso, visto che è arrivato alla soglia dei trent'anni. Con 31 presenze e 6 gol in campionato, è stato uno dei leader della squadra, in grado poi di alzare al cielo la coppa di Germania. Un risultato straordinario, esattamente trent'anni dopo l'ultimo titolo vinto.

RITORNO - I tifosi lo adorano, e lui, come dimostra la carriera, non avrebbe problemi a tornare in una squadra in cui è già stato. A trentadue anni, e dopo una fallimentare esperienza vissuta al Camp Nou, con solamente tre presenze totalizzate in campionato, un ritorno al Sassuolo potrebbe non regalare al ghanese il giusto stimolo per vivere al meglio il finale della propria carriera. Consapevole del favore dell'ambiente, l'Eintracht di Francoforte sta lavorando su un ritorno del centrocampista. Rispetto a due anni fa, quando ha lasciato i tedeschi, la situazione è addirittura migliorata, con la squadra semifinalista di Europa League.