Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ucraina, Shevchenko è senza portieri causa coronavirus e convoca un 45enne… ritirato da 4 anni!

Il lavoro del CT della nazionale non deve essere affatto semplice. Shevchenko lo sa bene: per una carenza di portieri ucraini affidabili causa positività al Covid-19... convoca Shovkovsky, 45enne ritirato nel 2016, che di solito...fa il preparatore!

Redazione Il Posticipo

Il lavoro del CT della nazionale non deve essere affatto semplice. Bisogna essere attenti, segui tutti i propri calciatori in giro per il mondo. Non avendo il dono dell'obiquità ed essendo condannato come tutti a giornate di 24 ore, l'allenatore della nazionale deve anche delegare ai suoi fidati parte dell'osservazione. Ma che succede quando tra i tanti atleti provenienti dalla propria nazione non ce n'è neanche uno di cui ci si fida? Beh, in una sorta di unicum storico, ci pensa Andrij Shevchenko a dare una risposta. L'ex campione del Milan convoca un portiere di 45 anni ritirato dal 2016.

RITIRATO E CONVOCATO - Oleksandr Shovkovsky è una leggenda della Dinamo Kiev proprio come l'attuale commissario tecnico ucraino. Fino a ieri faceva già parte della nazionale ma come allenatore dei portieri. Il problema, come spiega Mundo Deportivo, è sorto nel momento in cui il secondo e il terzo portiere di solito convocati hanno dato forfait per via della positività al coronavirus. Vista l'immediatezza del match contro la Francia e non sapendo chi altro convocare in tempi rapidi, l'ex attaccante ha dato l'incarico all'ex compagno di squadra degli esordi e del finale di carriera alla Dinamo Kiev. Certo, non è difficile immaginare la frustrazione degli altri portieri ucraini a mancare la chiamata in favore di un 45enne ritirato da 4 anni.

È IN FORMA - La federazione rende nota la convocazione tramite un comunicato: "Visto che era rimasto un solo portiere in salute, si è deciso di includere nella lista per l'amichevole contro la Francia l'assistente allenatore Oleksandr Shovkovsky". La federazione ribadisce la regola UEFA secondo la quale è legittimo convocare giocatori privi di un contratto di club. L'importante è che i convocati siano cittadini della nazione. Il comunicato puntualizza anche sulla forma fisica di Shovkovsky."Ha terminato la sua carriera a dicembre 2016. Si mantiene, tuttavia, in buona forma fisica, realizzando costantemente allenamenti individuali". E chissà che, per uno strano scherzo del destino, alla fine...il grande vecchio non riesca anche a giocare!