Tutti pazzi per CR7? Quasi… L’ex presidente del Deportivo: “Mi hanno chiesto 12 milioni quando aveva 18 anni, erano troppi!”

Tutti pazzi per CR7? Quasi… L’ex presidente del Deportivo: “Mi hanno chiesto 12 milioni quando aveva 18 anni, erano troppi!”

Augusto Cesar Lendoiro ha fatto la storia del club di La Coruña all’inizio del Duemila a suon di grandi piazzamenti nella Liga e imprese in Champions League. Ma che cosa sarebbe stato della sua squadra se al Riazor fosse arrivato il portoghese?

di Simone Lo Giudice

Dodici milioni di euro per Cristiano Ronaldo: oggi sembrano bruscolini, ma nell’estate 2003 chi li avrebbe sborsati senza battere ciglio? Augusto Cesar Lendoiro ha 73 anni e il suo Deportivo dei miracoli è ormai lontano nel tempo: sotto la presidenza dell’imprenditore galiziano, il Depor ha vinto il suo unico campionato spagnolo (1999-2000) e ha scritto la storia della Champions League (ne sa qualcosa il Milan, beffato dagli spagnoli ai quarti nel 2003-04). In quella squadra c’erano tanti buoni giocatori, ma che cosa sarebbe successo se a La Coruña fosse sbarcato anche Cristiano Ronaldo?

OCCASIONE CR7 – Nella suggestiva cornice dello storico Hotel Riazor, dove sono stati formalizzati gli acquisti più importanti nella storia del club, l’ex presidente del Depor si è raccontato al programma “Idoli”. Non solo il ricordo di grandi vittorie, ma anche un pizzico di rammarico per alcune trattative saltate: da Casillas ad Eto’o… fino a CR7! Lendoiro ha ricordato come sono andate le cose: “Eduardo Lopez Beci, il segretario tecnico del Deportivo, aveva visto giocare Cristiano Ronaldo e ci aveva avvertito. Da quel momento in poi abbiamo cominciato a vedere alcuni suoi video a 17 o 18 anni. Ci hanno chiesto 11 o 12 milioni e la festa è finita”. Perché erano così tanti?

“ERA UN BAMBINO” – Col senno di poi è stato un errore, ma Lendoiro giustifica la scelta presa a quell’epoca: “Il giocatore per cui avevamo speso di più era stato Rivaldo. Ci era costato sei milioni. Allora Cristiano era un bambino, non sapevamo quello che avrebbe potuto dare. Ciò che avevamo visto però era spettacolare… Il Manchester United ha tirato fuori i 12 milioni che lo Sporting chiedeva e lo ha preso”. Da quel momento è iniziata l’epopea che ha visto il portoghese crescere coi Red Devils guidati da Sir Alex Ferguson, sbarcare in Spagna al Real e diventare una leggenda del calcio e infine arrivare alla Juventus per riportare una Champions che a Torino manca dal 1995-96. Intanto sotto sotto Lendoiro si mangia le mani per quell’occasione mancata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy