Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Toh chi si rivede! Moreno e il suo “nemico” Klopp: “Non mi è piaciuto il modo in cui mi ha trattato”

Il terzino sinistro attacca Klopp per come lo ha gestito.

Redazione Il Posticipo

Ci sono degli allenatori che sembrano quasi trovare il proprio punto di forza nelle polemiche ma ce ne sono altri, come Jürgen Klopp, che piacciono a tutti. Alla stampa per le conferenze leggere e spensierate, ai tifosi, per la mentalità vincente, e infine ai giocatori, che grazie alla sua idea di calcio riescono ad esaltare le proprie doti migliori. Certo, non bisogna mai generalizzare perché si scopre che qualcuno che non adora l’ex tecnico del Borussia Dortmund esiste eccome: si chiama Alberto Moreno ed è stato il terzino sinistro del Liverpool prima di lasciare anche bruscamente Anfield per vestire la maglia del Villarreal.

GERARCHIE -  L’esterno difensivo spagnolo è stato secondo a Andrew Robertson nelle gerarchie di campo dell’allenatore tedesco. Difficile, del resto, scalzare uno specialista del ruolo del genere. E nel 2019 l'addio è stato inevitabile. Prima di lasciarsi, però lo spagnolo non è stato molto tenero.  E in una chiacchierata con la stazione radiofonica spagnola Cadena Ser, l’esterno era sbottato: “Non sto bene, ecco la verità. Mi sono infortunato dando il massimo per la squadra e pensavo che al mio rientro avrei meritato un’opportunità. E non mi è piaciuto il modo in cui Klopp mi ha trattato, si può dire tranquillamente”.

PROMESO - Lo spagnolo, già allora aveva capito che per lui non era aria. E a Klopp l'aveva... promessa. "Tornare in Spagna è qualcosa a cui ho pensato, sono stanco del freddo qui ma non sono a conoscenza di interesse da parte di altri club. È il mio quinto anno qui, non c’è un accordo per il rinnovo e a gennaio sono libero di ascoltare eventuali offerte”. Presumibilmente il tecnico tedesco non si è strappato i capelli quando ha scoperto che è andata esattamente andata così. Nell'estate del 2019, liberatosi a parametro zero dalla squadra inglese, passa al Villarreal firmando un contratto quinquennale. E adesso è a caccia di rivincite. Sarebbe clamoroso riuscisse a centrarla in una semifinale di Champions ma il calcio è bello perché regala sempre una opportunità.