Turchia, tutti pazzi per Ozil: il suo volo è stato…il più seguito di sempre

Dopo anni di corteggiamento più o meno evidente, finalmente il sogno di Ozil si è avverato. Dopo il turbolento addio all’Arsenal, il tedesco giocherà nel Fenerbahce. E anche se il Covid-19 ha impedito ai tifosi di andarlo a prendere in massa all’aeroporto, 300mila persone hanno voluto sapere dove fosse…minuto per minuto!

di Redazione Il Posticipo
ozil

Dopo anni di corteggiamento più o meno evidente, finalmente il sogno di Mesut Ozil si è avverato. Arrivato il turbolento addio all’Arsenal, fine di un rapporto che tra alti e bassi è durato sette stagioni e mezza, il tedesco giocherà nel Fenerbahce, la squadra del suo cuore nonostante sia nato e cresciuto in Germania. Per la gioia del calciatore, che ha subito postato sui social una sua foto da bambino, vestito con i colori del club di Istanbul, accompagnato dall’Ozil di oggi. L’unico rammarico? Non aver potuto ricevere il classico benvenuto dei caldissimi tifosi turchi all’aeroporto. Se per l’arrivo di Falcao al Galatasaray si è fermata la città, facile immaginare che per il…figliol prodigo Ozil ci sarebbe stato il caos.

300MILA CONTATTI – E invece ha vinto il Covid-19, nel senso che a presentarsi ad attendere il tedesco sono stati molti giornalisti e pochi tifosi. Ma in compenso, nessuno si è voluto perdere neanche un secondo del viaggio di Ozil. E quindi, come spiegano i dati forniti da Flightradar, quello che ha portato il campione del mondo da Londra a Istanbul è stato…il volo più seguito della storia, anche con ampissimo margine. Il sito, che si occupa di monitorare la situazione dei voli mondiali, ha visto il suo traffico in Turchia incrementarsi in maniera più che esponenziale. E alla fine dei 2501 km del volo di Ozil, a connettersi per sapere dove fosse in quel momento il tedesco erano state 312676 persone.

SQUADRA DEL CUORE – Considerando che fino all’arrivo di Ozil il volo in arrivo a Istanbul più seguito aveva avuto appena 6mila click, si comprende quanto il trasferimento del tedesco al Fenerbahce sia uno di quegli acquisti che superano ampiamente il significato meramente calcistico della questione. C’è un substrato sociale e affettivo, visto che Ozil, nato e cresciuto in Europa, ha sempre sottolineato le sue origini turche, spiegando che prima o poi sarebbe andato a giocare da quelle parti. Ma anche, ovviamente, una storia politica, considerando che il club gialloblù è anche quello del cuore di Erdogan, grande amico e testimone di nozze del campione del mondo 2014. Insomma, per il buon Mesut un ritorno nella sua patria di origine degno di una star planetaria. Ora resta solo da vedere…che ne penserà il campo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy