Turchia, il portiere del Konyaspor e un’uscita… da record: espulso dopo 13 secondi!

Turchia, il portiere del Konyaspor e un’uscita… da record: espulso dopo 13 secondi!

Di record nel calcio ce ne sono tanti, ma qualcuno è meno apprezzabile degli altri. E Serkan Kirintili, portiere del Konyaspor, decide di balzare direttamente in cima alla lista delle espulsioni più rapide della storia del campionato turco, vedendo rosso… dopo appena 13 secondi.

di Redazione Il Posticipo

Di record nel calcio ce ne sono tanti, ma qualcuno è meno apprezzabile degli altri. I portieri, solitamente, si prendono in carico la parte di primati che li riguarda. Maggior numero di gol subiti in una partita, più rigori parati in una stagione e via dicendo, in una serie di statistiche senza fine. Difficile vedere gli estremi difensori capeggiare la lista quando si parla di cartellini, ma se bisogna stabilire un nuovo record, meglio farlo per bene. E quindi Serkan Kirintili, portiere del Konyaspor, decide di balzare direttamente in cima alla lista delle espulsioni più rapide della storia del campionato turco, vedendo rosso…dopo appena 13 secondi.

13 SECONDI – Giusto il tempo per gli avversari, lo Yeni Malatyaspor, di recuperare il pallone dopo il calcio di inizio del Konyaspor e di lanciare lungo verso la porta dei padroni di casa. A quel punto Kirintili ha deciso di uscire dai pali per intercettare il passaggio, avendo però la pessima idea di toccare il pallone con le mani. E quindi si è…autoespulso, senza neanche attendere l’arrivo dell’arbitro con in mano l’inevitabile rosso, prendendo direttamente la via degli spogliatoi e sfilandosi i guanti. Il tutto in poco più di dieci secondi, lasciando irrimediabilmente in difficoltà il Konyaspor, che alla fine ha perso la partita (0-2) e anche l’occasione di agganciare il terzo posto.

RECORD MA NON TROPPO – Poteva comunque andare peggio. Se l’espulsione lampo di Kirintili è record in Turchia, come riporta Italpress, c’è chi è riuscito a farsi espellere anche prima. In Serie A il record spetta sempre ai 10 secondi di gioco di Giuseppe Lorenzo durante Parma-Bologna nel dicembre 1990. Ma nessuno probabilmente riuscirà a battere l’attaccante dello Sheffield Keith Gillespie, che è riuscito a rimanere in campo…zero secondi, almeno ufficialmente. L’ala nordirlandese regala una vera e propria impresa impossibile, subentrando nella partita contro il Reading nel gennaio 2007 e vedendo rosso ancor prima che l’arbitro possa far ripartire il gioco, per una gomitata al quasi connazionale (irlandese) Stephen Hunt. Kirintili, dunque, può più o meno consolarsi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy