Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Tuchel nervoso: “Quando dai la mano ci si guarda negli occhi. Il rosso è una delle tante decisioni ridicole”

Tuchel nervoso: “Quando dai la mano ci si guarda negli occhi. Il rosso è una delle tante decisioni ridicole” - immagine 1
La versione di Tuchel: alla base della rabbia del tecnico tedesco c'è l'atteggiamento di Conte. Il tecnico italiano ha stretto la mano senza guardare in faccia il collega che lo ha trattenuto.

Redazione Il Posticipo

Fra Tuchel e Conte non corre buon sangue. Assodato prima del derby di Londra, certificato al termine della sfida quando i due, dopo una stretta di mano, sfiorano una rissa. Alla base della rabbia del tecnico tedesco, secondo la sua versione, c'è l'atteggiamento di Conte. Il tecnico italiano ha stretto la mano senza guardare in faccia il collega che lo ha trattenuto. Il tecnico del Chelsea ha i nervi a fior di pelle nella sua intervista rilasciata a Sky Sport News.

DISCUSSIONE

Inevitabile partire dalla discussione sfociata nel cartellino rosso: "Penso che quando ci si dà la mano ci si guardi anche negli occhi. Evidentemente Antonio la pensa diversamente. Lui era molto contento quando hanno pareggiato, io ero molto nervoso, penso che non fosse necessario quanto accaduto ma il rosso è l'ennesima decisione discutibile dell'arbitro. Non ho comunque nessun problema con Conte. Il calcio è fatto anche di emozioni, ci si scalda ci si anima, è il bello della Premier. Siamo due manager appassionati. Sono certo che quando ci incontreremo ci scambieremo nuovamente il saluto o forse no, chi lo sa. Quanto accaduto fa parte comunque di reazioni a caldo in campo, fra due manager altamente competitivi, siamo rivali".

Tuchel nervoso: “Quando dai la mano ci si guarda negli occhi. Il rosso è una delle tante decisioni ridicole” - immagine 1

PARTITA

Il tecnico del Chelsea analizza quindi il match: "La squadra ha giocato una partita incredibile, fantastica. C'era solo una squadra che meritava di vincere. Mi spiace per i ragazzi non hanno ottenuto ciò che gli spettava. I due gol del Tottenham erano entrambi irregolari. Sul primo c'era un fallo evidente di Bentancur su Havertz. Hojbjerg ha commesso una infinità di falli tattici senza ricevere un cartellino giallo. Per quanto riguarda il gol del 2-2, Richarlison era in evidente situazione attiva. Hanno controllato al monitor ed è apparso evidente che l'attaccante del Tottenham era sulla traiettoria del pallone. Non ho mai visto del genere su un campo di calcio. Hanno anche rivisto l'azione. Ridicolo".