Tuchel: “L’Atalanta ha qualcosa di speciale. Per recuperare Mbappè serve un miracolo. Icardi? Deve giocare meglio”

Tuchel: “L’Atalanta ha qualcosa di speciale. Per recuperare Mbappè serve un miracolo. Icardi? Deve giocare meglio”

L’allenatore del PSG ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della finale di Coppa di Lega contro il Lione.

di Redazione Il Posticipo

L’allenatore del PSG ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della finale di Coppa di Lega contro il Lione. Sul tavolo diversi argomenti. Dal recupero di Mbappè a quello di Verratti. Le sue parole sono riportate da Le Parisien.

MIRACOLO – Il tecnico non ha molte speranze sul recupero del suo calciatore. “Kylian, si sta curando da solo.Ho ancora speranza per recuperarlo in vista della sfida contro l’Atalanta ma è molto flebile. Ogni ora, ogni giornp è importante ma credo che serva un miracolo”. In compenso recupera Verratti: “Ci serve molto, è un calciatore molto utile se vogliamo gestire la partita attraverso il possesso palla. Lasciarlo in disparte è stata una decisione super complicata lasciare Marco in disparte, ma ho avuto la sensazione che Gueye) e Paredes meritassero di continuare a giocare insieme dopo Dortmund”.

MODULO – A questo punto è lecito pensare a un cambio di modulo: “Ci mancano Kylian e Cavani, ma possiamo giocare con Choupo-Moting, Sarabia e Di Maria. Non avere Kylian ci penalizza ma troveremo una soluzione”. C’è Icardi. “A lui piace essere circondato da calciatori offensivi ed ha altre caratteristiche rispetto a Di Maria e Neymar. Non ha bisogno di toccare molti palloni né di andarseli a prendere a centrocampo. Può e deve giocare meglio, perché se non giochi abbastanza per lui, puoi avere la sensazione che non sia in buona forma”.

ATALANTA – L’Atalanta resta un pensiero fisso. “Non sfrutterò la sfida con il Lione per preparare l’Atalanta anche perché non conosco squadre che giocano come loro. Hanno qualcosa di speciale, sia in modo difensivo che offensivo. Ciò che possiamo affinare è il nostro spirito combattivo e la fame di vincere. Un buon risultato può prepararci anche noi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy