Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Tuchel e il mercato…orchestrale: “Potrei individuare nuovi possibili acquisti e poi far decidere la squadra”

(Photo by Michael Regan/Getty Images)

Quando si pensa al calcio inglese, viene in mente di certo la figura del manager a tutto tondo, che decide praticamente tutto, comprese le scelte di mercato. E poi c'è chi invece la pensa come Thomas Tuchel...

Redazione Il Posticipo

Quando si pensa al calcio inglese, viene in mente di certo la figura del manager a tutto tondo. Quello che all'interno del club decide qualsiasi cosa, dalla squadra da mandare in campo al programma di lavaggio delle lavatrici. Uno, insomma, alla Sir Alex Ferguson, sempre il primo ad arrivare al centro sportivo e l'ultimo ad andarsene, deciso a dire la sua e a imporre la sua visione su qualsiasi argomento, in particolare sul mercato. Molti tecnici, quando sbarcano in Premier League, sono più che felici di non dover convivere più con i direttori sportivi che magari...non portano esattamente i calciatori che gli allenatori richiedono alla società. E poi c'è chi invece la pensa come Thomas Tuchel.

ORCHESTRA - Finora il tedesco non è che abbia potuto dire molto sul mercato del Chelsea, visto che è arrivato a fine gennaio, quando ormai la finestra invernale volgeva al termine. Ma ha già le idee chiare per giugno: sui nuovi acquisti chiederà lumi...alla squadra. Lo ha spiegato, come racconta il Daily Star, facendo un paragone abbastanza particolare. "Ho parlato con un direttore d'orchestra in Germania e mi ha detto che una volta nella sua orchestra dovevano trovare un nuovo musicista. Lui ne ha scelti tre che gli piacevano come sostituti, ma la decisione finale è stata presa dall'orchestra. Ne abbiamo parlato molto e per me è una cosa che ha senso, perchè sono loro che devono suonare con il nuovo musicista".

 (Photo by Neil Hall - Pool/Getty Images 2021)

PRE-SELEZIONE - Un concetto che quindi Tuchel può importare nel calcio. "Io sono abbastanza coraggioso da immaginare cosa questo approccio possa significare quando si parla di mercato nel calcio. Magari la società decide chi prendere, facendo una specie di pre-selezione, e poi i calciatori di cui ti fidi di più, i capitani della squadra, decidono assieme a te quale dei giocatori individuati si inserirebbe meglio. Se può farlo un'orchestra, perchè non possiamo farlo noi? È un modo di pensare fuori dal normale". Ma del resto, a Londra si stanno abituando ai metodi di Tuchel, che tra l'altro stanno portando parecchi risultati, soprattutto in Champions League. E chissà che il Chelsea non trasformi i suoi tanti ottimi solisti...in un'orchestra coi fiocchi.