Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Tuchel e gli “Italians” del Chelsea: “Lukaku non è al 100%, Jorginho? Stanco e con troppe pressioni”

PALERMO, ITALY - MARCH 24: Giorgio Chiellini and Jorginho of Italy reacts at the end of the 2022 FIFA World Cup Qualifier knockout round play-off match between Italy and North Macedonia at Stadio Comunale Renzo Barbera on March 24, 2022 in Palermo, Italy . (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Tuchel si presenta in conferenza stampa ammettendo che né Lukaku né Jorginho sono al massimo della forma

Redazione Il Posticipo

Derby di Londra in Premier League fra Arsenal e Chelsea. Sfida carica di fascino e significato. Al di là del prestigio, in ballo la Champions. E Tuchel si presenta in conferenza stampa ammettendo che né Lukaku né Jorginho sono al massimo della forma. Le sue parole sono riprese da Football London.

LUKAKU - Il belga rischia di diventare un caso. Le voci su su un suo addio si infittiscono. "Non credo che Lukaku abbia bisogno di esempio o ispirazione. Credo gli serva piuttosto una scintilla. Smaltito l'infortunio non ha non ha ancora raggiunto il 100% della condizione. Sia chiaro, non gli punto il dito contro. Non è neanche colpa sua, solo che questo momento di appannamento è coinciso con il periodo più importante della stagione. Molto dipende da come si sente. Forse avrebbe potuto segnare un col contro il Real Madrid, sicuramente non è in grado di giocare 90'.

JORGINHO - Non sono passati inosservati neanche i "trattamenti" rivolti a Jorginho durante la semifinale di FA Cup. "Il ragazzo ha giocato infortunato, si è sacrificato per la squadra e per la nazionale per larga parte della stagione e adesso il fisico gli sta presentando il conto. E poi ha dovuto convivere con pressioni enormi dopo la vittoria dell'Europeo con l'Italia. Credo sia normale che le aspettative si alzino a dismisura dopo  un grande successo come la vittoria della Champions e dei Campionati Europei E a volte dopo grandi successi, paradossalmente diventa ancora più difficile andare avanti".

ABUSATO - La sensazione è che Jorginho sia finito in qualcosa di più grande di lui. " Ha giocato moltissimo forse troppo in questa stagione. Il Chelsea e la Nazionale hanno quasi abusato delle sue prestazioni. E lui se gioca è sempre pienamente coinvolto, dà tutto e gioca con molto sforzo. Il suo problema è che deve essere assolutamente fresco per avere l'influenza che ha normalmente. Il ragazzo si prende naturalmente molte responsabilità sulle spalle perché non si è mai tirato indietro. E lo apprezzo molto sotto questo aspetto.  È vero, Sono stato molto duro con lui durante la partita perché ha avuto alcuni passaggi a vuoto nel gestire situazioni che, in condizioni normali, avrebbe gestito molto meglio. In ogni caso non c'è mai niente di personale".