Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Tuchel: “Deluso. Si parla solo di Superlega. Il prepartita ci ha condizionato, ma non cerco scuse”

LONDON, ENGLAND - JANUARY 27: Thomas Tuchel, Manager of Chelsea during the Premier League match between Chelsea and Wolverhampton Wanderers at Stamford Bridge on January 27, 2021 in London, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Richard Heathcote/Getty Images)

Il Chelsea non va oltre lo 0-0 in una sfida importantissima contro il Brighton.

Redazione Il Posticipo

"Un pareggio che non aiuta Tuchel nella rincorsa al podio. Era una buona occasione per staccare le rivali ma il pareggio lascia tutto aperto nella lotta per le prime quattro posizioni. Tuchel, deluso dal match, analizza la sfida ai microfono di skysports.

"STANCHI - La sensazione è che il Chelsea sia entrato in campo abbastanza scarico. "Non è stata la partita migliore della stagione. I nostri avversari hanno difeso bene e non eravamo allo stesso ritmo. Forse eravamo stanchi e un po' distratti. Forse una combinazione di entrambe le cose. L'unica certezza è che la prestazione non è stata all'altezza delle aspettative. Siamo stati fortunati a non perdere anche perché non abbiamo creato grandi occasioni. E ci sono stati diversi errori quando si doveva scegliere la giocata. Dobbiamo comunque prendere atto che non siamo stati abbastanza bravi per meritare di vincere questa partita. E comunque non lo avremmo meritato, siamo stati incapaci di imporre ritmo e gioco".

"CAOS - Innegabilmente il movimentato pre partita ha condizionato la squadra. "Sono rimasto assolutamente scosso da quanto accaduto prima del match, quindi penso che anche i giocatori lo siano. Comprensibile. Ormai non parliamo d'altro se non di Super League prima di ogni partita. Nessuno ha mai posto una domanda su cosa sarebbe accaduto in campo. In queste condizioni è normale deconcentrarsi. Ho provato comunque a creare l'atmosfera giusta  per vincere la partita, ma non ci sono riuscito. E non credo che sia l'ultima volta che risponderò su questo a domande su questo argomento. Chiaramente non ero contento, nessuno lo era. Non è stata comunque una buona prestazione. Non ci sono scuse".