Tuchel amareggiato per Cavani: “La situazione al Psg è molto triste, non se lo merita”

Tuchel amareggiato per Cavani: “La situazione al Psg è molto triste, non se lo merita”

L’allenatore del Psg è dispiaciuto per come stanno andando le cose tra lui, Edinson Cavani e il Psg. All’attaccante sono state concesse poche opportunità in questa stagione complice l’arrivo di Mauro Icardi: il Matador cambierà squadra a gennaio?

di Redazione Il Posticipo

Edinson Cavani gioca poco e sembra destinato a lasciare Parigi. Thomas Tuchel è molto rattristato per la situazione che si è creata attorno al Matador che sta giocando meno del solito, complice anche un inizio condizionato da guai fisici. Ora l’attaccante sta bene, ma ha giocato solo 8 gare di Ligue 1 subentrando spesso a gara in corso: l’uruguaiano ha giocato 3 minuti contro il Nantes battuto 2-0 al Parco dei Principi. In Champions è sceso in campo solo per qualche minuto contro il Bruges. Il suo contratto scade il 30 giugno 2020 e tutto fa pensare che possa presto partire: secondo Goal, alla finestra ci sarebbero l’Inter Miami di David Beckham e l’Atletico Madrid del Cholo Simeone.

TUCHEL TRISTE – L’allenatore tedesco ha parlato di Cavani nel post-partita di Psg-Nantes, come riportato da Goal: “Ho incontrato Edinson e ne abbiamo discusso. Sappiamo entrambi che è molto difficile per lui. Per me è molto triste quello che sta succedendo. Abbiamo giocato molte partite con tre attaccanti con un un nove al centro. Cavani è stato infortunato all’inizio della stagione, non è colpa sua. Icardi al suo posto ha giocato molto bene in quel periodo segnando molto. Quando giochiamo col 4-3-3 possiamo uno tra tre centravanti straordinari. Ci sono Mbappé, Icardi e Cavani. Sono triste perché non ho una soluzione per Cavani in questo momento”. Il Matador dovrà partire per cambiare le cose?

“NON SE LO MERITA” – Cavani gioca poco, ma a 32 anni sente di poter dare ancora il suo contribuito: cosa che in questo momento al Psg non sta riuscendo a fare. Tuchel è dispiaciuto per il suo giocatore: “Non se lo merita, Edinson è molto professionale ed è apprezzato nello spogliatoio. Cavani trasmette positività alla squadra, ma non gioca molto in questo periodo”. Lo scorso mese l’agente del giocatore ha fatto intendere che Cavani resterà comunque a Parigi per il resto della stagione e poi si guarderà intorno se non dovesse rinnovare il contratto coi campioni di Francia. Uno con la sua grinta e coi suoi colpi ha ancora molti pretendenti nel grande calcio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy