Troppi falli, campo sintetico…e Vinicius non gioca neanche con la squadra B!

Troppi falli, campo sintetico…e Vinicius non gioca neanche con la squadra B!

L’inizio dell’esperienza di Vinicius Junior al Real Madrid comincia a prendere contorni…tragicomici. Prima Lopetegui lo spedisce al Castilla per farsi le ossa, ma adesso il talento brasiliano non può giocare neanche con la squadra B. Almeno, non in trasferta.

di Redazione Il Posticipo

L’inizio dell’esperienza di Vinicius Junior al Real Madrid comincia a prendere contorni…tragicomici. Il suo arrivo durante l’estate e le buone cose mostrate durante l’International Champions Cup avevano fatto addirittura pensare che il brasiliano avrebbe potuto prendere in tempi brevi la pesante eredità di Cristiano Ronaldo. Poi però Lopetegui non lo ha mai fatto scendere in campo e ha deciso che in caso di mancata convocazione il ragazzo avrebbe giocato con la squadra B del Real. E adesso, dopo che nel mini-derby con l’Atletico l’attaccante da 45 milioni di euro ha fatto vedere di cosa è capace…non può giocare neanche con il Castilla.

NIENTE TRASFERTE – Almeno, non nelle partite lontane dall’Estadio Alfredo Di Stefano, la casa delle riserve dei Blancos. Vinicius sarà schierato solo ed esclusivamente quando il Castilla giocherà in casa. Lo riporta AS, che aveva già anticipato la possibilità di una decisione del genere da parte del club durante la scorsa settimana. Per il brasiliano dunque niente Adarve e con tutta probabilità…stop alle trasferte. Il motivo? Il gioco molto duro da parte degli avversari nei confronti di Vinicius, che rischia di essere preso di mira, come del resto gli capitava spesso anche quando era ancora in Brasile. Un fenomeno che l’importanza di una visita a domicilio al Castilla potrebbe arginare. A questo va aggiunto il fatto che il campo dell’Adarve è sintetico e che quindi la Casa Blanca teme ulteriormente per la salute delle gambe del ragazzo. Comprensibile, considerato il prezzo del cartellino.

E L’ADARVE? – Ma di certo non una decisione positiva per lo sviluppo del talento brasiliano, che così continuerà a vedere il campo non troppo spesso, a meno che Lopetegui non decida di integrarlo direttamente nella prima squadra. Chi di certo non avrà apprezzato la scelta del Real sono però i tifosi dell’Adarve, che si aspettavano di vedere all’opera il nuovo fenomeno del calcio brasiliano. Un evento molto atteso, al punto che lo stesso club aveva lanciato una campagna di marketing per l’arrivo di Vinicius, pubblicizzando fortemente la partita e aumentando i biglietti per la sfida contro il Castilla a 15 euro. Chi si è recato al García de la Mata sperando di assistere all’esplosione di una stella, sarà di certo rimasto deluso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy