Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Trent Alexander-Arnold e una risposta singolare: “Messi o CR7? Preferisco Jordan Henderson”

(Photo by Matthew Lewis/Getty Images)

Lionel Messi oppure Cristiano Ronaldo? Chiunque si è fatto un'idea: l'ultimo in ordine di tempo a dire la sua in materia è stato Trent Alexander-Arnold. Il giovane fenomeno del Liverpool però questa volta ha spiazzato davvero tutti quanti...

Redazione Il Posticipo

In campo è abituato a lasciarsi gli avversari spesso alle spalle e fuori dal terreno di gioco si diverte spesso a spiazzare tutti quanti. Trent Alexander-Arnold è uno dei giocatori più rappresentativi del Liverpool di Jürgen Klopp con cui ha vinto praticamente tutto negli ultimi 9 mesi, Premier League a parte. Il terzino 21enne deve tutto ai Reds con è cresciuto fin da ragazzino a tal punto da considerare il suo capitano migliore degli extraterrestri del calcio mondiale.

DILEMMA - Meglio Lionel Messi o Cristiano Ronaldo? L'inglese ha beffato l'argentino nelle semifinali dell'ultima Champions League e potrebbe incontrare il portoghese in questa edizione in cui Liverpool e Juventus sono due candidate per la vittoria finale. Intanto Alexander-Arnold ha punzecchiato entrambi via Twitter rispondendo ad alcune domande che gli sono state fatte dai fan. Quando gli è stato chiesto se preferisse giocare con Messi oppure CR7, il giovane giocatore del Liverpool ha risposto senza esitazioni: "Hendo" cioè il capitano Jordan Henderson.

IDOLO GERRARD - La sessione di domande però non è finita qui e Alexander-Arnold si è rifatto nei confronti della Pulce dopo avergli preferito in precedenza il suo compagno di squadra: "L'avversario più duro? Lionel Messi".

Il terzino si è fatto amare dai tifosi del Liverpool anche sui social media: "Il mio idolo nel mondo del calcio? Steven Gerrard".

Alexander-Arnold ha strizzato l'occhio anche ai campioni francesi del passato: "Il mio idolo nel mondo del calcio che non giocava nel Liverpool? Thierry Henry o Zinedine Zidane".

Il talento dei Reds non è solo una macchina di assist (32 in 119 gare), ma trova anche la rete ogni tanto (6) e i tifosi gli hanno chiesto di sceglierne uno: "Il gol della mia carriera che preferisco? Quello all'Hoffenheim fuori casa". Segnato sotto gli occhi del suo capitano Henderson, ovviamente.