Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Tramezzani avvisa Mancini: “L’Italia ha qualità ma la Svizzera è cresciuta, si dimentichi il 3-0 dell’Europeo”

Tramezzani avvisa Mancini: “L’Italia ha qualità ma la Svizzera è cresciuta, si dimentichi il 3-0 dell’Europeo”

Paolo Tramezzani richiama l’attenzione degli azzurri. L’ex calciatore, oggi allenatore del Sion conosce bene la Svizzera e il campionato elvetico, considerando anche l’esperienza a Lugano. E in una intervista rilasciata a tmw,...

Redazione Il Posticipo

Paolo Tramezzani richiama l'attenzione degli azzurri. L'ex calciatore, oggi allenatore del Sion conosce bene la Svizzera e il campionato elvetico, considerando anche l'esperienza a Lugano. E in una intervista rilasciata a tmw, invita a non dare nulla per scontato.

ATTESA - Partita da dentro o fuori per entrambe, ma la Svizzera ha poco o nulla da perdere sebbene anche oltreconfine ci sia grandissima attesa per questa partita che vale la qualificazione ai prossimi Mondiali o condanna al passaggio attraverso le forche caudine dei play off.  "In Svizzera si attende la sfida esattamente come in Italia. Mancini deve dimenticare il 3-o dell'Europeo. Anche allora, nonostante un risultato alla fine rotondo, non fu così facile vincere. A Basilea gli azzurri meritavano qualcosa in più ma la nazionale elvetica dopo l'Europeo ha proseguito il proprio percorso di crescita. Gioca da squadra e questo gli permetterà di assorbire le tante assenze. Conosco Yakin da tempi di Basilea, è un allenatore molto pratico. Pochi concetti ma essenziali per farsi seguire e trovare il feeling con la squadra".

 ROME, ITALY - JUNE 16: Manuel Locatelli of Italy celebrates with Nicolo Barella after scoring their side's first goal during the UEFA Euro 2020 Championship Group A match between Italy and Switzerland at Olimpico Stadium on June 16, 2021 in Rome, Italy. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

ITALIA - Sfida caratterizzata da assenze importanti da ambo le parti. Italia incerottata, ma con la spinta dell'Olimpico che soffierà alle sue spalle e una rosa più ampia che permette di assorbire la pletora di infortunati. "A livello di qualità, la nazionale è una grande squadra. Vincere l'Europeo ha alimentato l'autostima come la striscia di 37 partite consecutive senza perdere. Qualcosa di eccezionale. Rispetto all'estate scorsa forse gli azzurri riempiono meno il campo e hanno perso un po' di smalto ma restano delle doti sopra la media. E credo che i ragazzi di Mancini siano n po' più pronti della Svizzera a giocare una gara così intensa. Sarà fondamentale non perdere la pazienza. E nel caso in cui la partita si metta in salita, è necessario non perdere la lucidità anche perché la Svizzera, se trova spazi in campo aperto, può fare del male in velocità".