Tottenham, tutti i centrali in scadenza. Anche Vertonghen ai saluti…

Tottenham, tutti i centrali in scadenza. Anche Vertonghen ai saluti…

Sembra un quiz a premi: quanti centrali titolari del Tottenham sono in scadenza di contratto? Tutti. E dopo Alderweireld, in uscita ci potrebbe essere anche Vertonghen.

di Redazione Il Posticipo

Rinnovare il contratto a un calciatore non è sempre facilissimo. E quest’anno, se si parla di contratti in scadenza, il pensiero corra in Premier, dalla… squadra-yogurt: il Tottenham. Quanti centrali titolari degli Spurs sono in scadenza di contratto? Tutti! E non solo. Gli elementi che formano la spina dorsale della squadra rischia di sfaldarsi in poche settimane.

COLPI DI SCENA? – Ormai da diverse settimane si sta parlando dei tentativi della Roma di assicurarsi il talento e l’esperienza di Toby Alderweireld, ma anche il suo compagno di reparto di club e Nazionale Jan Vertonghen, è prossimo ai saluti… a meno di colpi di scena. Perché di rinnovo anche lui, come riportato dal sito goal.com, non sembra neanche volerne parlare: “L’ho già detto, sono davvero felice nel club. I tifosi sono sempre stati grandi con me, l’allenatore mi ha fatto migliorare e ha un sacco di fiducia in me”. Pero…

LA SPINA DORSALE –  “Voglio solo concentrarmi su quest’anno. So che mi è rimasto un solo anno di contratto e che verranno fatte molte domande a riguardo ma… posso dire solo che sto bene fisicamente e non so cosa succederà quest’anno. Posso solo dire di essere contento di dove sono e che sento il supporto di allenatore e compagni di squadra”. Parole che lasciano intendere un addio a fine stagione? La sensazione è proprio quella.

IN SCADENZA – Qualunque sia il futuro di Vertonghen, il Tottenham è pronto ad assorbirne la partenza.  In rosa c’è già un altro ottimo difensore (Davinson Sanchez,  scuola Ajax) e ci sarà spazio anche per il giovane Foyth. Ciò che preoccupa i tifosi è il resto: le preoccupazioni contrattuali non scuotono solo le fondamenta della difesa. In uscita c’è anche Christian Eriksen. Insomma, la spina dorsale della squadra ha i mesi contati… se non i giorni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy