Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Tottenham, lo stadio trasformato in un presidio anti Coronavirus : 70 test al giorno

In Inghilterra c'è qualcuno che cerca di mettere a disposizione del NHS, il sistema sanitario nazionale, anche... casa propria.

Redazione Il Posticipo

In un momento complicato dalla diffusione del Covid-19, in Inghilterra c'è  una vera e propria corsa alla solidarietà.  E fra i club c'è anche chi ha messo a disposizione del NHS, il sistema sanitario nazionale, anche... casa propria. Il nuovo stadio del Tottenham è diventato un presidio anti-covid19.  Il club londinese ha messo a disposizione la struttura per aiutare il sistema sanitario nazionale nelle diagnosi e nel contenimento del contagio. Le infermiere, come riporta il Sun, effettuano i test sul pubblico. Si riescono ad effettuare circa 70 tamponi al giorno tra le 10 e le 14 dal lunedì al venerdì.

DRIVE THROUGH - Il grande parcheggio dello stadio, quindi, sta diventando un cosiddetto "drive-through", dove ci si ferma per il test con la propria auto, per effettuare i tamponi. Questo centro diagnostico improvvisato ma quanto mai efficace in termini di prevenzione è aperto a studenti, famiglie e allo staff del vicino ospedale universitario North Middlesex. Il servizio è inoltre aperto alle donne in gravidanza per evitare pericolosi affollamento. Tutto è stato studiato per non accalcare negli ospedali in modo da diminuire il contagio e disimpegnare un po' le esauste strutture sanitarie.

AREE - Molte aree sono state dunque riattrezzate: le zona riservata alla mixed si è trasformata in stanze di consultazioni e scansioni.  Gli spogliatoi si sono trasformate in una stanza per ostetriche e ospitano gli uffici amministrativi del personale, mentre la sala stampa e quella del caffè hanno conservato le loro peculiarità, mantenendo il "ruolo" di luoghi di incontro e ristoro.  Il tutto con la benedizione del presidente Spurs Daniel Levy ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di consegnare il nostro stadio al nostro meraviglioso NHS mentre combattiamo insieme il Covid-19".