Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Tottenham, Lloris ammette: “Mi manca un po’ di freschezza mentale, necessario ritrovarla”

Tottenham, Lloris ammette: “Mi manca un po’ di freschezza mentale, necessario ritrovarla” - immagine 1
Il portiere ha parlato dei suoi errori con Arsenal e City.

Redazione Il Posticipo

Lloris in discussione al Tottenham, mette in discussione sé stesso. Il capitano degli Spurs che nelle ultime settimane non ha brillato, ha analizzato il proprio momento con grande onestà intellettuale in una intervista concessa all’Evening Standard.

DISCONTINUO

—  

Il portiere francese, esattamente come gli è accaduto dopo il mondiale del 2018, sta faticando a ritrovare continuità di rendimento. Buone parate ma anche diversi errori contro Arsenal, Manchester City e Aston Villa. Lloris ha parlato di fatica psicofisica. “Non devo lamentarmi, sono un calciatore professionista e c’è un calendario ma è inevitabile che dopo un Mondiale giocato sino all’ultimo minuto supplementare si possa accusare un po’ di mancanza di freschezza mentale. Tuttavia è necessario rimettersi in carreggiata per aiutare la squadra”.

ERRORI

—  

Lloris ha anche parlato dei suoi errori con Arsenal e City. Episodi oggettivamente sfortunati. “Nella sfida contro l’Arsenal ero ben posizione ma la deviazione ha fatto andare il pallone sul petto e quindi oltre la linea. E anche contro il City c’è una deviazione che sposta la traiettoria del pallone oltre il mio ginocchio. È un momento particolare per tutta la squadra, non resta che aspettare e lavorare. Anche perché dal punto di vista dell’impegno e della mentalità c’è poco da discutere”.

Tottenham, Lloris ammette: “Mi manca un po’ di freschezza mentale, necessario ritrovarla” - immagine 1

PROSPETTIVE

—  

Al netto delle ultime uscite, il Tottenham può ancora rincorrere il quarto posto e tentare di fare strada in Champions ma è vietato sbagliare ancora dopo sei sconfitte nelle ultime 10 partite di campionato. “Occorre restare uniti, lavorare, ritrovare la costanza nelle nostre prestazioni. In questo momento la squadra fa fatica a giocare al meglio per tutto l’arco dei 90’, come invece le è riuscito nello scorso anno. Occorre ritrovare il più rapidamente possibile continuità di rendimento e alzare il livello all’asticella che ci ha caratterizzato in questi ultimi mesi anche perché il periodo più importante della stagione ci aspetta. Da febbraio a maggio la squadra si giocherà tutti gli obiettivi stagionali. Vogliamo finire alla grande la stagione”.