Tottenham-Eriksen, saluti…già fatti: il danese regala la maglia a un bambino e poi…

Tottenham-Eriksen, saluti…già fatti: il danese regala la maglia a un bambino e poi…

Ormai sarà addio, questo è certo. La prossima stagione, Christian Eriksen non sarà un calciatore del Tottenham. Ma non è detto che il momento dei saluti non sia addirittura anticipato. Anzi, potrebbero esserci già stati nel corso della partita contro il Liverpool. E l’Inter spera…

di Redazione Il Posticipo

Ormai sarà addio, questo è certo. La prossima stagione, Christian Eriksen non sarà un calciatore del Tottenham. Il danese non ha voluto rinnovare il contratto con gli Spurs ed è già libero di accasarsi altrove per giugno. con l’Inter che lo corteggia da un po’. Ma non è detto che il momento dei saluti non sia addirittura anticipato. Anzi, potrebbero esserci già stati nel corso della partita contro il Liverpool. Il centrocampista è stato sostituito da Mourinho e bersagliato dai fischi, ma a fine partita è andato assieme ai compagni a ringraziare i tifosi. Facendo un gesto che ha fatto pensare molto…

SALUTI – Come riporta TalkSport, Eriksen si è recato da un piccolo tifoso, che sventolava una bandiera della Danimarca. E proprio a lui il danese ha dato la maglia, quella che potrebbe essere l’ultima indossata nella sua esperienza al Tottenham. E poi, come testimoniano parecchi video dagli spalti, lo stesso Eriksen ha salutato i supporter degli Spurs. Certo, tutti i calciatori vanno ad onorare la presenza dei tifosi, ma il gesto è abbastanza eloquente. Più che un arrivederci alla prossima partita, sembra a tutti gli effetti un addio. Il che significa che già a gennaio, e non a giugno, potrebbe concretizzarsi il suo passaggio ad un’altra squadra.

GENNAIO – Una scelta che porrebbe fine (in anticipo rispetto ai tempi) a una storia d’amore iniziata nel 2013, quando il danese ha preso il posto di Luka Modric, passato dal Tottenham al Real Madrid. E più di una volta si è accostato anche il classe 1991 ai Blancos, che però speravano di aggiudicarselo a parametro zero. L’inserimento dell’Inter, disposta anche a pagare il cartellino agli Spurs, ha scombussolato non poco i piani delle Merengues. L’addio a gennaio è una soluzione che, in fondo, fa comodo a tutti. Al Tottenham, che monetizzerebbe almeno in parte una partenza già scritta. E all’Inter, che avrebbe un Eriksen nel motore per il rush finale. Ecco perchè un saluto con la mano può significare molto più del previsto…

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy