Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Tottenham, Conte: “Adesso si fa dura, partite ogni tre giorni, vedremo se la rosa è competitiva”

Tottenham, Conte: “Adesso si fa dura, partite ogni tre giorni, vedremo se la rosa è competitiva” - immagine 1
Il tecnico fra Champions, Premier e mercato alla vigilia della sfida con il Nottingham Forest, tiene la squadra l'ambiente sulla corda.

Redazione Il Posticipo

Antonio Conte fra Champions, Premier e mercato. Il tecnico del Tottenham, alla vigilia della sfida con il Nottingham Forest, tiene la squadra l'ambiente sulla corda. Le sue parole sono riprese da Football London.

CALENDARIO

La stagione, con il sorteggio dei gironi di Champions, entra nel vivo. "Ho già parlato con Fabio Paratici della difficoltà che ci attendono. Giocare una partita ogni sette giorni è una cosa, farlo ogni tre giorni è totalmente diverso. Questo è il periodo in cui capisci se la squadra e la rosa sono davvero competitivi ad alti livelli. Sinora sono arrivati prestazioni e risultato ma non è plausibile pensare di vincere sempre per due o tre reti a zero. E invito tutti a non pensare che con il Nottingham sia facile. La presunzione non deve appartenere alla nostra cultura. Anzi, è necessario continuare a lavorare".

CHAMPIONS

Il Tottenham è stato inserito in un girone alla portata. Gli Spurs possono persino ambire a vincerlo. "Se si parla di Champions, ci si riferisce alla competizione più importante e difficile d'Europa, forse del mondo. Vedo equilibrio nel nostro gruppo. Sicuramente il nostro obiettivo è provare ad arrivare agli ottavi di finale. E voglio che questo concetto sia ben chiaro. Se superiamo la fase girone, continueremo a partecipare a questa competizione per divertirci, vivere serate importanti, giocare un buon calcio e possibilmente andare lontano".

Tottenham, Conte: “Adesso si fa dura, partite ogni tre giorni, vedremo se la rosa è competitiva” - immagine 1

MERCATO

Capitolo mercato. Situazione fluida. E la storia della Premier insegna che sino alla chiusura della finestra di agosto è possibile qualsiasi scenario. Conte non lascia spazio alle interpretazioni.  "Se ci sono giocatori in uscita, allora abbiamo bisogno di giocatori in entrata. Il club sa benissimo quanto sia importante per me avere una rosa profonda, che comprenda almeno due giocatori per ciascun ruolo. Sono anche disposto a soddisfare le pretese dei calciatori che vogliono lasciare il club, ma prima di accontentarli è necessario compiere ogni tipo di valutazione per il bene della squadra".