Torricelli “catechizza” De Ligt: “Non si discute ma deve trovare affinità con Bonucci”

Torricelli “catechizza” De Ligt: “Non si discute ma deve trovare affinità con Bonucci”

Moreno Torricelli gioca in anticipo Fiorentina – Juventus. Il doppio ex, intervenuto ai microfoni della trasmissione “Maracanà” su TMW radio, ha posto l’indice sulla difesa bianconera.

di Redazione Il Posticipo

Moreno Torricelli gioca in anticipo Fiorentina – Juventus. Il doppio ex, intervenuto ai microfoni della trasmissione “Maracanà” su TMW radio, ha posto l’indice sulla difesa bianconera e poi ha invitato i tifosi a mantenere un rapporto più corretto rispetto al recente passato, quando si è andato oltre la rivalità.

DOPPIO EX  – Torricelli ritiene che la bilancia del pronostico penda decisamente verso il bianconero.”Di fronte  ci sono due squadre che non hanno ancora trovato la quadra, specie la Fiorentina. La sconfitta con il Napoli ci sta. Quella maturata con il Genoa invece è pesante. La Juventus è più forte. Credo che la Viola debba giocare una gara perfetta per mettere in difficoltà i bianconeri”. Ultimamente la sfida è stata sin troppo “calda” e Torricelli ne è consapevole. “Non faccio pronostici, mi auguro sia una bellissima partita e senza polemiche- Spero che i tifosi incitino le loro squadre senza insultare gli altri”.

DIFESA – Occhi puntati sulle scelte di Sarri. Coppia titolare difensiva è formata da De Ligt e Bonucci, ma il tecnico ha parlato anche di Rugani. Torricelli invita a non avere fretta ma “catechizza” l’olandese. “La Juve dopo l’infortunio di Chiellini ha bisogno di certezze. Sulla carta De Ligt e Bonucci sono la coppia titolare e devono trovare presto l’affinità, considerando che presto inizierà anche la Champions. Non è semplice, si sa che i primi mesi per gli stranieri sono sempre complicati in Italia.  Cambia la metodologia di lavoro e c’è una mentalità diversa rispetto all’Olanda. La qualità del giocatore resta comunque indiscutibile”.

RABIOT – Anche a centrocampo le scelte saranno complicate. Due maglie sembrano già assegnate. Khedira e Pjanic intoccabili. Resta da capire a chi andrà la terza.”Credo che possa essere il turno di Rabiot. Un giocatore interessante, che deve ancora capire il nostro calcio, ma  abbina qualità e quantità come pochi. Se Sarri cambia qualcosa, credo che l’opzione sia quella. Magari preferirà tenersi Matuidi più fresco contro l’Atletico, quando servirà una mediana più tosta”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy