Tolisso fa arrabbiare il Bayern Monaco: fuori dai convocati per…un tatuaggio

Chi sbaglia paga. Soprattutto in un club solitamente inflessibile come il Bayern Monaco. Il francese Tolisso è stato escluso dalla squadra che ha affrontato e battuto l’Hoffenheim per il mancato rispetto delle regole anti-Covid. Ma cosa ha combinato il campione del mondo 2018? Si è andato a fare un tatuaggio…

di Redazione Il Posticipo

Le regole sono regole, in particolare in tempi di coronavirus. I calciatori e i club devono fare molta attenzione, perché se si continua a poter giocare senza doversi fermare per mesi come nella scorsa primavera è proprio grazie ai protocolli messi a punto dalle federazioni e dai vari tornei. Non rispettarli significa mettere a repentaglio la propria salute e quella dei compagni di squadra. Dunque, chi sbaglia paga. Soprattutto in un club solitamente inflessibile come il Bayern Monaco. Goal spiega infatti che il francese Tolisso è stato escluso dalla squadra che ha affrontato e battuto l’Hoffenheim proprio per il mancato rispetto delle regole anti-Covid. Ma cosa ha combinato il campione del mondo 2018?

RIMPROVERO – Semplice: è andato a farsi un tatuaggio, immortalando la scena sui social network. Impossibile dunque che il club non lo venisse a sapere. E quindi, poco sorprendentemente, è arrivato a stretto giro di posta un comunicato da parte di Rummenigge, che le ha cantate al francese… “Siamo felici che, nonostante la situazione attuale, le partite di Bundesliga possano andare avanti. Ma la condizione perché ciò accada è che tutti quanti, calciatori, allenatori e lo staff, seguano le regole previste. Corentin Tolisso non le ha rispettate, nonostante la dirigenza del club avesse chiaramente comunicato le regole alla squadra. È una cosa frustrante è che non può essere tollerata”. Dunque, arriva l’esclusione dai convocati e anche una bella multa, tanto per essere certi che il francese ci pensi due volte prima di fare qualcosa di simile. E anche per dare un messaggio a tutta la rosa, dimostrando che anche i campioni del mondo devono rispettare le regole.

LE SCUSE – Dopo la partita, stravinta nonostante l’assenza del francese, anche Flick ha detto la sua. “Questa è una cosa che secondo noi non deve accadere. Lui è molto dispiaciuto della questione, ormai è successo e non ci si può fare più nulla”. E Tolisso? Dopo la lavata di capo, non ha potuto fare altro che chiedere scusa pubblicamente… “Sono qui a chiedere scusa per il mio comportamento sbagliato. Mi dispiace di aver disobbedito alle regole del mio club e della federazione tedesca. So di aver deluso i nostri tifosi e tutto quanto il Bayern Monaco. Scusate!”. Insomma, le regole sono regole, ma a Monaco di Baviera…un po’ di più!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy