Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Tite bacchetta Messi: “Deve accettare le sconfitte e avere più rispetto”

(Photo by Matthias Hangst/Bongarts/Getty Images)

Parla da trionfatore Tite, dopo aver sollevato la Copa America. Il CT interrompe un digiuno verdeoro che durava dal 2007 e può anche permettersi qualche stoccata. A chi? Ovviamente a Messi, che tra semifinale e finale ha messo per due volte in...

Redazione Il Posticipo

Parla da trionfatore Tite, dopo aver sollevato la Copa America. Il CT interrompe un digiuno verdeoro che durava dal 2007 e può anche permettersi qualche stoccata. A chi? Ovviamente a Messi, che tra semifinale e finale ha messo per due volte in dubbio la regolarità del torneo, che ha definito “apparecchiato per il Brasile”. Parole che al selezionatore della Canarinha non sono andate giù. E cosi, fra un festeggiamento e l’altro, come riporta Infobae, Tite affronta l’argomento Pulce nel post partita.

PERDERE - “Così come dico sempre che come calciatore Messi è un extraterrestre e che non si può annullare in campo, dico anche che in queste circostanze deve essere più rispettoso. Messi deve accettare quando viene sconfitto. In quei momenti deve mantenere la calma e parlare con rispetto. Sono d’accordo lui sul fatto che non dovesse essere espulso con il Cile, ma contro di noi ci sono stati solo tre falli su Messi e il quarto, quello di Casemiro, non c’era ma l’hanno fischiato comunque. E da lì è arrivato il colpo di testa di Aguero che è finito sulla traversa. E per questo sostengo che con l’Argentina il Brasile ha giocato in maniera regolare”. Fine della discussione. Almeno, questo è quello che vorrebbe Tite.

GARECA - Sulla stessa lunghezza d’onda c’è Gareca. Anche il CT argentino del Perù dice la sua. “Il Brasile è una squadra molto solida e ha vinto quello che meritava di vincere, io la vedo così. Quella di Messi è una voce più che autorevole e non voglio entrare in polemica con nessuno, men che meno con lui, ma non mi piace che il Sudamerica sia associato alla corruzione. Non bisogna copiare tutto dall’Europa. Se c’è corruzione, servono le prove”. E quindi anche il connazionale della Pulce dà torto al numero 10 dell’Argentina. Ci si devono attendere altre polemiche? Vista l’atmosfera, probabile...