Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

“Ti ammazzo, s*****o!”: quella volta in cui Bellamy minacciò Riise…con una mazza da golf

ROME, ITALY - APRIL 19: John Arne Riise (L) of AS Roma competes for the ball with Douglas Maicon of FC Internazionale Milano during the TIM Cup semi-final match between AS Roma and FC Internazionale Milano at Stadio Olimpico on April 19, 2011 in Rome, Italy.  (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Tra il gallese e il norvegese in passato c'è stata parecchia tensione: a poche ore dalla sfida col Barcellona negli ottavi di Champions 2006-07, il terzino rischiò grosso. Quella sera l'attaccante aveva alzato il gomito e... le mani!

Redazione Il Posticipo

Quanti retroscena si celano dietro la vita dei calciatori: situazioni degenerate, sbronze mai raccontate, risse mancate... Nella loro vita questi episodi rientrano nella categoria del "non detto" e vengono svelati quasi sempre solo dopo aver smesso. Oggi ci scherzano su, ma una decina di anni fa tra John Arne Riise e Craig Bellamy rischiò di accadere l'irreparabile. Come riporta il Mirror, il norvegese lo racconta nella sua autobiografia: nel 2006-07 alla vigilia della sfida col Barcellona, il gallese provò a spaccargli la faccia... con una mazza da golf!

IL MOTIVO - Il Liverpool di Rafa Benitez, che quell'anno sarebbe arrivato in finale col Milan, tirò il fiato a poche ore dall'andata degli ottavi al Camp Nou: rompete le righe e bevuta di gruppo, approfittando dell'assenza di allenatori e dirigenti. Steven Gerrard aveva prenotato una stanza privata al Monty's Restaurant and Bar. Quella sera però Riise ebbe una discussione con Bellamy. Il norvegese si rifiutò di cantare al karaoke e attaccò il gallese: "Stai zitto o ti spacco la faccia!". L'attaccante replicò: "Ti ammazzo, s*****o!". Riise stizzito lasciò il bar e si ritirò nella sua stanza d'albergo per mettersi a dormire. Di notte però sentì aprire la porta: all'inizio pensò che fosse Daniel Agger. Invece c'era Bellamy con una mazza da golf in mano... Il norvegese sventò i colpi del gallese agli stinchi, ma prese un colpo sulla coscia. Attimi di tensione ai massimi livelli. Poi il terzino riuscì a spedire l'attaccante fuori dalla sua camera, che uscì minacciando: "Domattina alle nove facciamo i conti". Quella notte anche Jerzy Dudek ne combinò di tutti i colori e finì in manette, come riporta il Daily Mail.

MULTA E CAMP NOU - Bellamy fu costretto a scusarsi e a pagare una multa di quasi 90.000 euro, ma tirò di nuovo fuori la mazza da golf... in campo! Al Camp Nou il gallese pareggiò i conti dopo il vantaggio di Deco e per festeggiare andò verso la bandierina del calcio d'angolo e simulò con le braccia un movimento oscillante come quando hai una mazza tra le mani. Proprio Bellamy servì un assist a Riise che segnò il gol vittoria del 2-1. Quella sera i due festeggiarono ma, come precisa il norvegese nella sua autobiografia, non potranno "mai essere amici". Insomma, nel Liverpool di Benitez non tirava proprio una bella aria...