Thuram Jr. e gli altri: non riconosciuti, indesiderati o persino… terroristi

Marcus Thuram fermato per dei controlli a San Siro. Invece di favorire i documenti si è cercato su Google e ha mostrato lo smartphone allo steward. Non è neanche la prima volta che un calciatore si è trovato nella scomoda posizione di dire “Lei non sa chi sono io”.

di Redazione Il Posticipo

Thuram

(Photo by Martin Meisner/Pool via Getty Images)

Tutto è pronto per la sfida di Champions League tra Inter e Borussia M’Gladbach. Tutto o quasi. Sì, perché Marcus Thuram, figlio del leggendario difensore di Serie A, è stato fermato per dei controlli a San Siro. Ma quando gli sono stati chiesti i documenti, si è visto il vero spirito millennial del ragazzo. Invece di favorire i documenti si è cercato su Google e ha mostrato lo smartphone allo steward. Non è neanche la prima volta che un calciatore si è trovato nella scomoda posizione di dire “Lei non sa chi sono io”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy