Thomas, Part…i! Il centrocampista dell’Atletico ha…problemi con una macchina e invade il Wanda

Grazie alla sponsorizzazione tra Hyundai e Atletico Madrid viene regalata una macchina ai giocatori. Thomas prima non riesce ad accenderla, poi… sbaglia strada e quasi travolge un cartellone pubblicitario.

di Redazione Il Posticipo

Ci sono giocatori che riescono a fare qualsiasi cosa col pallone tra i piedi. Non importa quanta pressione possano avere addosso, quanto possa urlare il pubblico in loro favore o contro di loro. I calciatori professionisti non si fanno intimidire. Ma come si comportano quando sotto ai riflettori non stanno per rincorrere un pallone? Alcuni sono molto a proprio agio davanti alle telecamere ma altri, quando non si tratta di correre, calciare, rincorrere e entrare in tackle sono piuttosto impacciati. Uno di questi è Thomas Partey, che ha dato prova della sua scarsa confidenza con le automobili al Wanda Metropolitano, durante una cerimonia di sponsorizzazione tra Hyundai e Atletico Madrid.

CERIMONIA – Il centrocampista ghanese era inizialmente seduto accanto ai compagni in uno stand fatto apposta per l’occasione. Di fronte c’era una sorta di tappeto blu dove venivano portate, una ad una, delle automobili che sarebbero state regalate ai giocatori colchoneros. Ma a un certo punto, il panico: tocca a Thomas; lui si alza, entra in macchina e per qualche secondo non succede nulla. I compagni, cominciano a sporgersi dalle sedie per scambiarsi un cenno d’intesa con il ghanese che sembrava non volerne proprio sapere di mettere in moto, ringraziare e andarsene. In realtà, come riporta Marca, il numero 5 dell’Atletico Madrid proprio non riusciva a mettere in moto la grossa vettura regalatagli dallo sponsor. Dopo diversi tentativi conditi dagli sguardi imbarazzati dei compagni, l’auto parte.

LA GUIDA – Ma non finisce qui. Il giocatore doveva passare sul lato del campo di gioco e uscire dallo stadio in un’apertura tra la bandierina del calcio d’angolo e l’area piccola. Ma, come dimostrano i video divertiti girati dai compagni di squadra, il ghanese ha ben deciso di sbagliare strada e di fare…invasione di campo. Un’altra cosa che  il venticinquenne non ha calcolato? La presenza dei cartelloni pubblicitari a bordocampo, che stava anche per centrare in pieno. Insomma, quando guida il centrocampo va anche bene, ma non lasciatelo guidare le auto. Almeno all’interno di uno stadio!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy