Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Thiago Motta: “Secondo e terzo gol della Lazio irregolari ma noi siamo orgogliosi della nostra prestazione”

Lo Spezia perde una partita che ha sempre condotto a pochi minuti dal termine.

Redazione Il Posticipo

Lo Spezia perde una partita che ha sempre condotto a pochi minuti dal termine. Sfida folle al Picco, con la Lazio che passa in vantaggio per la prima volta nella partita oltre il 90' e lascia tanto amaro in bocca alla squadra di Thiago Motta. Il tecnico analizza la sfida ai microfoni di DAZN

RAMMARICO - Spezia tre volte avanti, altrettanto ripreso e infine superato. Difficile da digerire. Anche perché il quarto gol nasce su un pallone perso ingenuamente. E alcuni episodi, secondo il tecnico sono discutibili.  "Non ho niente da rimproverare ai ragazzi il pubblico è stato fantastico, la squadra ha giocato una partita completa contro un buonissima squadra. A volte contano i dettagli e gli episodi. E ci sono stati sfavorevoli. Il loro secondo gol a mio avviso è irregolare la palla doveva essere giocata da dietro e il quarto uomo lo sa. Il terzo gol della Lazio è un chiarissimo fallo di Milinkovic che non guarda la palla e sposta il nostro giocatore, ma nonostante tutto siamo rimasti in partita. A fine partita ho detto ai ragazzi che siamo orgogliosi di uscire dal campo così".

ERRORI - Lo Spezia non ha subito. Piuttosto ha sbagliato parecchio. E ha mostrato coraggio: "Ho la fortuna di avere giocatori meravigliosi che hanno voglia di vincere e provano nuovamente ad attaccare anche quando subiamo il gol. L'idea era di restare compatti per attirare l'avversario e ripartire palla a terra attaccando gli spazi. Oggi ci siamo riusciti abbastanza bene e possiamo uscire dal campo a testa alta.  Entriamo sempre in campo così e non cambieremo registro sino alla fine"

PROSPETTIVE - L'appuntamento con la salvezza appare solo rimandato. Le sconfitte di Cagliari e Genoa lasciano tutto invariato. Il calendario è scomodo. "Non faccio i conti. Adesso è il momento di assorbire, la sconfitta e guardare avanti. Pensiamo a riposare, abbiamo tempo per farlo e poi a pensare alla prossima sfida che è davvero importante. Lo sforzo di oggi non è stato sufficiente ma ci sono ancora tre partite per centrare il nostro obiettivo. Per meritarsi di restare in Serie A occorre impegnarsi al 200% e questa filosofia ci accompagnerà sino alla fine della stagione".