Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Thiago Motta: “Nzola? Contento della gara e del gruppo. PSG? Non penso al futuro voglio chiudere al meglio”

SALERNO, ITALY - FEBRUARY 07: Thiago Motta Spezia Calcio coach during the Serie A match between US Salernitana and Spezia Calcio at Stadio Arechi on February 07, 2022 in Salerno, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Lo Spezia ha opposto una resistenza coraggiosa e qualitativa.

Redazione Il Posticipo

L'Inter fa il suo e mette pressione alle rivali. Lo Spezia però ha opposto una resistenza coraggiosa e qualitativa. Thiago Motta ci ha provato, ha anche riaperto la partita prima di arrendersi e... arrabbiarsi non poco. Il tecnico spezzino esce comunque a testa altissima dal confronto con la sua ex squadra. E analizza il confronto ai microfoni di Sky Sport.

A TESTA ALTA - Sfida interpretata secondo precisi canoni e identità. Spezia uscito fra gli applausi del Picco. "Devo ringraziare chi è venuto a sostenere la squadra, ci danno sempre una spinta in più. L'Inter è forte singolarmente e come collettivo, abbiamo provato ad affrontarla restando più alti possibile per non soffrire. Tutto sommato lo Spezia ha giocato una buona partita e nel secondo tempo anche 15' di spessore ma è normale che una squadra come l'Inter sia in grado di gestire la partita".

RABBIA - Il tecnico si è arrabbiato moltissimo con Nzola entrato e poi sostituito dopo aver perso diverso tempo nel vano tentativo di togliersi l'orecchino. Motta glissa sull'accaduto. "Sono molto contento della partita della squadra in generale. Non voglio parlare dei singoli preferisco soffermarmi sulla squadra e parlare di un gruppo che ha sempre dimostrato di essere la nostra arma in più e il pubblico ce lo ha riconosciuto applaudendoci a fine gara".

SALERNO, ITALY - FEBRUARY 07: Thiago Motta Spezia Calcio coach during the Serie A match between US Salernitana and Spezia Calcio at Stadio Arechi on February 07, 2022 in Salerno, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

PROSPETTIVE - Lo Spezia è in una botte di ferro ma non è ancora salvo. E ha un calendario assai complicato. Thiago Motta invita a non rilassarsi. E poi si penserà al futuro con un mercato bloccato. Si parla persino di Parigi. "Non penso in questo momento al futuro. Non è il momento di pensarci specialmente dopo aver perso. Sono l'allenatore dello Spezia e penso solo a chiudere il mio lavoro. Occorre allenarci e impegnarci al massimo. Sino alla fine del campionato penso solo al raggiungimento dell'obiettivo. Adesso assimiliamo questa sconfitta e prepariamo la sfida contro il Torino".