Thiago Motta: “Non giudico ciò che ha fatto l’arbitro, non so se è giusto, ma è stato severissimo”

Thiago Motta: “Non giudico ciò che ha fatto l’arbitro, non so se è giusto, ma è stato severissimo”

Una prova coraggiosa del Genoa a Torino: Thiago Motta, nonostante l’inferiorità numerica, riesce a tenere testa alla Juventus e quasi porta a casa un risultato clamoroso.

di Redazione Il Posticipo

Una prova coraggiosa del Genoa a Torino: Thiago Motta, nonostante l’inferiorità numerica, riesce a tenere testa alla Juventus e quasi porta a casa un risultato clamoroso.

CORAGGIO – Nonostante l’inferiorità numerica, il tecnico del Genoa non ha mai rinunciato a giocarsela, inserendo anche attaccanti per tenere la Juventus lontana dall’area di rigore. Il fortino è crollato proprio al termine. Un vero peccato, ma resta la prestazione. E il tecnico, come dichiarato ai microfoni di Sky Sport se la tiene stretta: “Mi rimane il sapore amaro per il risultato ma posso andare a casa tranquillo. Ho visto in campo una vera squadra che ha mostrato solidità su un campo difficile. Posso essere solo contento e ringraziare i miei giocatori. Non ho rivisto gli episodi non giudico ciò che ha fatto l’arbitro. Non so se è giusto sicuramente è stato severissimo. Preferisco pensare a quello che abbiamo fatto in campo ”

CAMBIAMENTO – Il Genoa sembra aver ritrovato fiducia e compattezza nei propri mezzi. Il futuro inizia ad essere molto più roseo. E la salvezza, che sembrava una impresa complicata, può essere alla portata di una squadra che è stata rivoltata come un calzino. “Devo fare i complimenti anche a mister Andreazzoli, ha fatto un ottimo lavoro. Dal primo giorno  ho visto unità d’intenti e affronteremo tutte le squadre con tranquillità e consapevolezza dei nostri mezzi. Sono qui perché conosco bene ambiente e presidente. Mi hanno convinto subito  è un’opportunità interessante”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy