Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Thiago Motta: “Non firmo per un pareggio. Tutto quello che ci è successo ce lo siamo meritato”

SALERNO, ITALY - FEBRUARY 07: Thiago Motta Spezia Calcio coach during the Serie A match between US Salernitana and Spezia Calcio at Stadio Arechi on February 07, 2022 in Salerno, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Prima del match con il Sassuolo, l’allenatore bianconero spiega che, per quanto la situazione sia positiva, accontentarsi non è nelle previsioni.

Redazione Il Posticipo

Lo Spezia si avvicina al rush finale per la salvezza con la spinta dell’ottima vittoria casalinga contro il Cagliari, che ha permesso ai liguri di scavare un piccolo ma significativo solco nei confronti delle avversarie in zona retrocessione. Il lavoro di Thiago Motta continua a dare frutti e se prima di Natale c’era una volontà di sostituirlo, ora nessuno ci pensa minimamente. Così come il tecnico non vuole pensare a fare calcoli, perché le tabelle sono il modo migliore per farsi illusioni e poi finire nei guai. E nella conferenza stampa che precede la partita contro il Sassuolo di Dionisi, l’allenatore bianconero spiega che, per quanto la situazione sia positiva, accontentarsi non è nelle previsioni.

NIENTE FIRMA - Dunque, la quota salvezza è un concetto che non si nomina neanche: “Io penso a oggi e alla partita di domani, il resto conta poco”. Partita che, vista la situazione, potrebbe essere assai positiva anche portando a casa solo un punto dal Mapei. E Thiago Motta firmerebbe per un punto? “No, non firmo per nulla”. Partire per pareggiare non è quindi in programma. Del resto, la squadra sta rispondendo molto bene. “I ragazzi stanno facendo bene e tutto quello che abbiamo fatto finora ci dà fiducia. Dobbiamo continuare in questa maniera, sapendo che domani ci sarà per noi una partita difficile”.

MERITO - La consapevolezza è anche quella di essere in vantaggio negli scontri diretti con quasi tutte le avversarie dirette. Merito, neanche a dirlo, del lavoro fatto finora. “Tutto quello che ci è successo ce lo siamo meritato. Ma il mio pensiero è alla partita di domani, per il resto ci penseremo quando sarà il momento”. Stesso discorso per le ottime prestazioni di Manaj, che ha iniziato con qualche difficoltà ma poi è diventato fondamentale. “Tutti merito suo. All’inizio non ha giocato con costanza, ma grazie al lavoro che ha fatto ha iniziato a giocare moltissimo. Parliamo di un ragazzo che è in grado di essere protagonista sia quando parte da titolare che quando, come successo contro il Cagliari, entra a partita in corso. E deve continuare così”. Come lo Spezia, visto che la salvezza è ampiamente alla portata.