Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Thiago Motta: “Mi aspetto le scuse anche allo Spezia, le grandi pressano e le piccole pagano le tasse”

SALERNO, ITALY - FEBRUARY 07: Thiago Motta Spezia Calcio coach during the Serie A match between US Salernitana and Spezia Calcio at Stadio Arechi on February 07, 2022 in Salerno, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Tre punti importanti per la Roma, tanta amarezza per il tecnico ligure.

Redazione Il Posticipo

La Roma vince in casa dello Spezia all'ultimo secondo dell'ultimo minuto. Una vittoria assai discussa quella dei giallorossi che hanno sprecato tantissimo prima che Tammy Abraham la decidesse dal dischetto. Tre punti importanti per la Roma, tanta amarezza per Thiago Motta, uscito dal campo molto arrabbiato, commenta la sfida ai microfoni di DAZN.

AMARO - Lo Spezia ha retto in dieci per un tempo dopo l'espulsione di Amian. Liguri che non hanno rinunciato a giocare, poi il calcio di rigore li ha condannati alla sconfitta. "La decisioni arbitrali? A questo punto mi aspetto che le scuse siano fatte anche alle altre squadre. Rido per non piangere, è inutile commentare episodio per episodio. Basti osservare cosa succede in Europa dove si giocano partite che è un piacere guardare e riguardare. E non mi riferisco solo all'espulsione, ma anche alle dinamiche che hanno portato al calcio di rigore. Mi sembra tutto molto dubbio. E nel dubbio si è fischiato. Aspetteremo le scuse come è successo altre volte. Non mi riferisco a Milan - Spezia ma a tutto il campionato.  Capisco che la posta in gioco si alzi a fine campionato. Le grandi pressano e noi paghiamo le tasse. Non è una questione di VAR, ma di interpretazioni".

ANALISI - Il tecnico si è soffermato quindi sugli applausi.  "Al di là del risultato, possiamo tornare a casa sereni. La nostra squadra, con un uomo in meno, ha tenuto e trovato anche degli spazi per contrattaccare. Ormai è finita come è finita, ma mi tengo lo spirito mostrato in campo. Sono e resto orgoglioso della mia squadra. Ho anche pensato, a un certo punto, di provare a vincerla. Nel primo tempo ho visto qualche errore di troppo a livello tecnico, occorre crescere un po' da questo punto di vista. Per il resto ho poco da rimproverare ai ragazzi. Hanno giocato un intero tempo contro una grande squadra strutturata per andare in Europa creando anche qualche pericolo. Sono contento perché abbiamo difeso molto bene la porta. Un vero peccato, meritavamo il pareggio per come si era messa. In ogni caso non faremo le vittime, continueremo per la nostra strada sino alla fine del campionato perché la riteniamo quella giusta".