Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Thiago Motta: “Inter? Bellissimi ricordi, ma darò comunque il massimo. Servirà la partita perfetta”

CAGLIARI, ITALY - AUGUST 23: Thiago Motta of Spezia reacts during the Serie A match between Cagliari Calcio v Spezia Calcio at Sardegna Arena on August 23, 2021 in Cagliari, Italy. (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

Una trasferta che ha un significato particolare per il tecnico dei liguri.

Redazione Il Posticipo

Lo Spezia reduce da due ko consecutivi si trova nella peggiore condizione possibile. Quella di affrontare l'Inter, una delle squadre più in forma del campionato, in trasferta a a San Siro. Una partita che non può essere come tutte le altre per mister Thiago Motta che alla vigilia della sfida del "Meazza", attraverso i canali ufficiali del club, chiede ai suoi la partita perfetta.

MEAZZA - Trasferta proibitiva. Osservandola da un'altra prospettiva, però, lo Spezia ha solo da guadagnarci. "Contro il Bologna la squadra non mi è dispiaciuta, ha giocato un buon primo tempo poi però ha perso continuità di azione nel pressing e nella qualità del palleggio. A Milano servirà qualcosa di diverso, una partita perfetta  per concentrazione, atteggiamento e coraggio. Non dobbiamo lasciarli giocare. Sarà l'unico modo per creare qualche difficoltà. Non ho previsto neanche turnover, andrà in campo la migliore formazione possibile".

INTER  - L'Inter significa ancora tanto per l'attuale tecnico dello Spezia. "A livello personale, tornare a Milano mi riporta a dei bellissimi ricorsi. Sono stato molto bene all'Inter, i tifosi mi hanno accolto benissimo, non solo a livello sportivo. Posso solo ringraziare tutti, ma poi durante la partita pretenderò il massimo dai miei giocatori. Gli ho chiesto una grandissima prestazione".

CAGLIARI, ITALY - AUGUST 23: Thiago Motta of Spezia reacts during the Serie A match between Cagliari Calcio v Spezia Calcio at Sardegna Arena on August 23, 2021 in Cagliari, Italy. (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

SCELTE - Platek è stato in visita. Motta non è in discussione. Né si sente di doverlo essere. E spiega anche il perché di alcune scelte che hanno fatto discutere, come quella sull'utilizzo di Maggiore. "Sono soddisfatto del percorso, anche se si può e si deve sempre migliorare. La squadra si presta, ha voglia di allenarsi e imparare. In tanti ritengono che Maggiore sia sacrificato ma è uno di quei ragazzi che svolge un grandissimo lavoro. So benissimo dove si sente a suo agio ma le circostanze in questo momento richiedono un impegno e un impiego diverso. Cerco sempre di mettere in campo i migliori in ogni partita, per giocarcela a viso aperto con l'avversario che ci troviamo di fronte".