Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Thiago Motta: “In linea con l’obiettivo della società e il valore della squadra. Voci? Penso già all’Hellas”

FLORENCE, ITALY - FEBRUARY 03: Thiago Motta during the "Panchina D'Oro Prize" award at Centro Tecnico Federale di Coverciano on February 3, 2020 in Florence, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Lo Spezia chiude il 2021 esattamente come lo aveva iniziato: con una impresa straordinaria al Maradona.

Redazione Il Posticipo

Lo Spezia chiude il 2021 esattamente come lo aveva iniziato: con una impresa straordinaria al Maradona, stadio che evidentemente porta molto bene ai liguri, capace di imporsi per due stagioni consecutive in casa del Napoli. Vittoria sorprendente, figlia di una partita interpretate come si doveva e poteva. Cercando di sfruttare gli episodi e lasciando la porta inviolata. Thiago Motta si gode l'impresa che gli permette di allungare sul terzultimo posto e analizza la sfida ai microfoni di DAZN.

CARATTERE - Lo Spezia ha lasciato tutto sul campo. Chi pensava che la squadra non avesse mordente o lo spirito giusto per centrare la salvezza è costretto a ricredersi dopo i 90' giocati in casa azzurra. Partita di carattere e spirito i sacrificio. "Sapevamo che il Napoli cerca di allargare il gioco e se si gioca troppo bassi è difficile da difendere. Abbiamo difeso alto per evitare gli uno contro uno in area di rigore. Sono contento del percorso compiuto finora, la squadra è in linea con l'obiettivo della società e il valore della nostra squadra. Sicuramente ci sono stati dei momenti complicati, anche delle discussioni, il corso del fiume non può essere regolare per una squadra che lotta per la salvezza".

 CAGLIARI, ITALY - AUGUST 23: Thiago Motta of Spezia reacts during the Serie A match between Cagliari Calcio v Spezia Calcio at Sardegna Arena on August 23, 2021 in Cagliari, Italy. (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

PANCHINA - Lo Spezia ha concesso l'ultima chance a Thiago Motta che ha mostrato di meritare la conferma sul campo. Una reazione quella della squadra che è evidentemente figlia di quel carattere che sembra essere riuscito finalmente a trasmettere. Tre punti che possono cambiare gli scenari dopo le voci legate a un possibile addio.  "Ho vissuto la partita intensamente, come dovrebbe essere. L'abbraccio finale con lo staff è legato al frutto raccolto da un grande impegno. Ho sentito le voci, fanno parte del nostro lavoro insieme alle pressioni. Ho pensato alla sfida con il Napoli e adesso ho già la testa alla prossima partita. Sono convinto che il girone di ritorno sarà migliore di quello dell'andata".