“The End. Verso una nuova sfida”: Samuel Eto’o annuncia il ritiro

“The End. Verso una nuova sfida”: Samuel Eto’o annuncia il ritiro

Ogni carriera, anonima o luminosa che sia, arriva al termine. E persino quella di Samuel Eto’o pare proprio essere finita. L’ex Real Madrid, Barcellona, Chelsea e Inter ha infatti postato una foto sul suo profilo Instagram con una didascalia che lascia poco spazio alle interpretazioni…

di Redazione Il Posticipo

The end. La fine. Perchè ogni carriera, anonima o luminosa che sia, arriva al termine. E persino quella di Samuel Eto’o, che sembrava non avere la minima intenzione di appendere gli scarpini al chiodo, pare proprio essere finita. Come conferma Goal, l’ex Real Madrid, Barcellona, Chelsea e Inter ha infatti postato una foto sul suo profilo Instagram con una didascalia che lascia poco spazio alle interpretazioni: “La fine. Verso una nuova sfida. Grazie a tutti, tanto amore”. Un annuncio che ovviamente ha scatenato i suoi fan, che si sono riversati sotto il post per ringraziare l’attaccante per una carriera davvero stratosferica.

PALMARES – L’esordio in nazionale un giorno prima di compiere sedici anni, per poi vincere due volte la Coppa d’Africa e uno storico oro alle Olimpiadi di Sydney con la maglia del Camerun. Con i club, tra le altre cose, quattro campionati e tre Champions League tra Italia e Spagna. E poi una lunga serie di riconoscimenti personali, tra cui il Pallone d’Oro africano, vinto quattro volte, un record (anche se a pari merito con Yaya Tourè). In 22 anni di calcio, Samuel Eto’o ha davvero portato a casa quasi tutto quello che si poteva sollevare, diventando anche l’unico calciatore a fare il Triplete con due club diversi, essendoci riuscito per due stagoni consecutive, con il Barça nel 2009 e con l’Inter nel 2010. E anche l’interista Agoume si unisce al coro di chi saluta la carriera di Eto’o: “Grazie di tutto, Grande 9”.

FUTURO – Difficile comunque credere che sia davvero arrivato il momento per lui di lasciare il calcio. Del resto, anche a 38 anni, Eto’o ha continuato a giocare e segnare in Qatar, dopo una breve esperienza alla Sampdoria nel 2015 e un passaggio in Turchia, dove è stato anche allenatore-giocatore. E c’è curiosità per capire quale sarà la nuova sfida di cui parla l’ex calciatore dell’Inter. Forse lo aspetta la panchina, come ha spiegato a CanalPlus qualche tempo fa. Di certo, il suo addio lascia un vuoto nei tifosi delle squadre in cui ha giocato. Ma anche, più in generale, in tutto il mondo del calcio. A meno di un clamoroso dietrofront o di un significato diverso dietro il suo messaggio. Visto il personaggio, non così da escludere come ipotesi…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy