The Best, Messi a Milano per completare la collezione di premi…

The Best, Messi a Milano per completare la collezione di premi…

Il premio “The Best”, dall’ultima “scissione” non è stato mai appannaggio del fuoriclasse argentino che nell’ultima edizione non è neanche riuscito a salire sul podio. Adesso è a caccia d rivincite. E magari riesce anche a completare la sua personalissima collezione con un altro riconoscimento che gli manca…

di Redazione Il Posticipo

Messi ci riprova: il premio “The Best” non è stato mai appannaggio del fuoriclasse argentino che nell’ultima edizione non è neanche riuscito a salire sul podio. Adesso è a caccia di rivincite. E magari riesce anche a completare la collezione con un altro riconoscimento…

THE BEST – Difficile immaginare che Messi non abbia mai vinto il “The Best”. In effetti se l’è aggiudicato per ben quatto volte (2009, 2011, 2012 e 2015) ma sempre antecedenti all’ultima “scissione”. Da quando il premio si è nuovamente “distaccato”  dalla FIFA, nelle prime due edizioni  ha trionfato Cristiano Ronaldo, mentre l’ultima è stata vinta da Luca Modric. Un dominio…Real che sicuramente sarà interrotto. E qualora Messi riuscisse  a vincere la concorrenza di Van Dijk e di Cristiano Ronaldo, come sottolinea il Clàrin, gli resterebbe solo un altro “pezzo” per completare la sua collezione.

PUSKAS – L’altro “gioiello” che è assente nella bacheca di Messi è il premio Puskas, assegnato a chi segna il gol più bello della edizione della Champions. In questo caso il digiuno è “reale”. Da quando è stato istituito il premio, infatti, l’argentino ha collezionato solo delusioni, in relazione, ovviamente alla sua percentuale di nomination e vittorie. Il fuoriclasse argentino di è dovuto accontentare della terza posizione nel 2011, dietro Rooney e Neymar. Nel 2015 invece si è dovuto arrendere a Lyra, arrivando secondo dietro il calciatore brasiliano. Per portarselo a casa deve vincere la concorrenza di Quintero e soprattutto di Daniel Zsori. L’argentino partecipa con una rete segnata al Betis Siviglia. Un pallonetto dolcissimo e imparabile…che potrebbe passare alla storia del calcio.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy