Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Tensioni USA-Iran, Dest in fuga dal ritiro in Qatar: il difensore dell’Ajax chiede di tornare subito in Olanda

Il discorso di Trump sembra aver disteso i toni dello scontro tra gli USA e l'Iran. Ma questo non significa che la situazione sia poi così tranquilla, persino per chi con questa storia c'entra poco e niente. Come Sergino Dest, terzino...

Redazione Il Posticipo

Il discorso di Donald Trump dopo gli attacchi missilistici iraniani sembra aver disteso, seppur minimamente, i toni dello scontro tra gli USA e l'Iran. Ma questo non significa che la situazione sia poi così tranquilla, persino per chi con questa storia c'entra poco e niente. I calciatori statunitensi, per esempio, stanno avendo non pochi problemi a causa delle tensioni internazionali. La nazionale ha dovuto posticipare (se non cancellare definitivamente) i venti giorni di ritiro in Qatar, dove avrebbe dovuto allenarsi nelle strutture che verranno utilizzate tra due anni ai mondiali. E anche un giocatore dell'Ajax ha dovuto fare le valigie a causa dei venti di guerra.

COMUNICATO - I Lancieri stanno infatti preparando la seconda parte di Eredivisie al caldo del Golfo Persico, proprio in Qatar. Una escalation militare con attacchi a obiettivi americani in paesi del Golfo sembra improbabile, ma il terzino Sergino Dest, 19 anni ed il doppio passaporto, ha preferito non correre rischi. E quindi, come riporta il sito dell'Ajax, ha chiesto di essere rispedito a casa. "Sergino Dest ha chiesto al club di lasciare il ritiro in Qatar. Non si sentiva tranquillo. L'Ajax comprende la sua richiesta e gli ha accordato il permesso. Il terzino destro si unirà ai compagni delle giovanili ad Amsterdam".

CRITICHE - Dest, che ha da poco confermato che vestirà la maglia degli USA pur potendo sperare in una convocazione con gli Oranje, è quindi un'altra vittima, per fortuna solo calcistica, del clima di tensioni internazionali che ha colpito il Medio Oriente. Una situazione tesa che però non ha impedito a molti club, Ajax compreso, di confermare i propri ritiri invernali nella zona. I Lancieri sono stati criticati per la decisione, ma il direttore generale dell'Ajax, Edwin Van Der Sar, ha spiegato, come riporta Goal, che il club non si occupa di politica. "Sappiamo come vanno le cose del mondo, ma non è il ruolo dell'Ajax dare un parere su situazioni del genere. Sì, siamo una realtà importante, ma non fino a questo punto". Intanto, però, Dest se ne torna in Olanda. Meglio prevenire che curare...