Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Tensione a Manchester, ma persino…Raiola prende le parti di Woodward: “Sono dei cretini, minaccerebbero Tarantino perchè ha fatto un brutto film?”

La casa nel Cheshire del vicepresidente del Manchester United è stata presa d'assalto da un gruppo di sedicenti tifosi dello United, che hanno tirato bombe carta contro l'abitazione e hanno imbrattato i cancelli con vernice spray. Ma Woodward...

Redazione Il Posticipo

Nottata di tensione dalle parti di Manchester, soprattutto per Ed Woodward. La casa nel Cheshire del vicepresidente del Manchester United è stata presa d'assalto da un gruppo di sedicenti tifosi dello United, che hanno tirato bombe carta contro l'abitazione e hanno imbrattato i cancelli con vernice spray. Una contestazione feroce e al di fuori di ogni buon senso, che ha creato una vera e propria levata di scudi in difesa del dirigente dei Red Devils. Che riceve anche un supporto forse insperato, quello di Mino Raiola. Il procuratore di Pogba, con cui a volte Woodward ha avuto scontri per la situazione del francese, dice la sua.

CRETINI - E come spiega a The Athletic, per quanto possano esserci disaccordi tra lui e il vicepresidente dello United, le questioni calcistiche non sono certo un buon motivo per comportamenti simili. Raiola ci tiene a specificarlo: se c'è chi pensa che lui e Woodward siano nemici, si sbaglia. "Se qualcuno ha voluto usare me come mezzo per creare rabbia verso Woodward, non ha capito nulla perchè i miei rapporti con Ed sono buoni, professionali. Sì, non andiamo sempre d'accordo, ma è normale. Quello che non è normale è quello che è successo la notte scorsa. È violenza e io la condanno. Quei tizi sono dei cretini e il loro è un comportamento criminale".

INTRATTENIMENTO - Parole dure dell'agente, che rincara la dose. “Questa gente va rinchiusa e rieducata. Questo non può essere parte dello sport. Questo è sport, S-P-O-R-T. Non è una questione di vita o di morte, è IN-TRAT-TE-NI-MEN-TO". E, tanto per far capire meglio il discorso, arriva un paragone abbastanza azzeccato. “Pensate che la gente vada ad attaccare casa di Brad Pitt perchè ha fatto un brutto film? O che Quentin Tarantino riceva minacce di morte perchè uno dei suoi film non è stato bello? Non esistono ragioni nè scuse per questo tipo di comportamento. E quindi Ed Woodward ha il mio pieno supporto e tutta la mia solidarietà". Forse Woodward avrebbe preferito qualche pretesa in meno riguardo Pogba, ma dovrà accontentarsi...