Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ten Hag allo United, Neville caustico: “Mi spiace per lui, ha bisogno di tempo”

SALFORD, ENGLAND - JANUARY 22:  Gary Neville a co-owner of Salford City looks on during the Sky Bet League Two match between Salford City and Harrogate Town at Moor Lane on January 22, 2021 in Salford, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Alex Livesey/Getty Images)

Nonostante l'arrivo del tecnico olandese sulla panchina dei Red Devils, l'ex calciatore non ritiene ci siano i presupposti per esaltarsi.

Redazione Il Posticipo

Ten Hag allo United è ufficiale. Esattamente come il disincanto di Gary Neville che commentando su skysports l'arrivo del tecnico olandese sulla panchina dei Red Devils non ritiene ci siano i presupposti per esaltarsi.

SPIACE - L'ex calciatore non lascia spazio a interpretazioni . "Non sono esaltato in questo momento. Né per questa notizia. Spero solo che la fine della stagione debba arrivi molto presto. Mi spiace per lui, troverà un ambiente di giocatori che avrebbero potuto dare di più prima con Solskjaer e poi con Rangnick e adesso stanno solo aspettando la fine della stagione. Anche per questo ritengo che ci saranno diverse cessioni. Spero che gli si conceda tempo, perché ha un lavoro enorme da svolgere, non conosce il calcio in questo paese, sarà subito sotto pressione e vivrà in un club profondamente diverso dall'Ajax".

TEMPO - A proposito di tempo, secondo Neville ne servirà ancora parecchio prima che possa tornare a vincere. "Non farei troppa pressione su Ten Hag nei primi uno o due anni per vincere un trofeo al club. Jurgen Klopp ha impiegato cinque anni per vincere un titolo. Sono sempre stato molto scettico sul Manchester United, al di là del momento attuale. I rapporti in Premier sono mutati da tempo. Manchester City e Liverpool sono due Rolls-Royce e Tuchel sta facendo un lavoro fantastico al Chelsea. Quindi Ten Hag è atteso da un compito doppiamente difficile. Non solo deve correggere i difetti del Manchester United, ma anche portarlo a livello di due competitors che appaiono molto lontani".

RANGNICK - Resta da capire cosa resterà dei mesi di Rangnick. "Sicuramente indicazioni per il futuro. Lo United ha ripetutamente ribaltato la rosa. Non riesco a spiegarmelo ma  probabilmente qualcuno all'interno del club può aiutarci a capire perché si sia passato da un livello non eccezionale ma sicuramente incanalato nella giusta direzione a un punto in cui la squadra appare in energia, fiducia e spirito di gruppo. Rangnick ha avuto quattro o cinque mesi per valutare quello spogliatoio. Sono abbastanza certo che avranno conversazioni piuttosto dirette e chiare sui soggetti di cui è meglio liberarsi.  E  sono sicuro che Ten Hag ascolterà".